I tatuaggi fanno paura? Ultimo studio: il 10% di chi ha un tattoo si ammala

I tatuaggi fanno paura e ci fanno ammalare? Ultimo studio: il 10% di chi ha un tattoo si ammala. Ecco tutte le news dal mondo della ricerca

I tatuaggi fanno paura? In parte si…Ragazzi, giovani o adulti, il popolo dei tatuati continua ad aumentare. Una ricerca molto interessante è stata pubblicata da Contact Dermatitis secondo cui il 10% di chi si fa un tatuaggio è soggetto a sviluppare complicazioni serie o reazioni allergiche. Il dato allarmante è che per oltre la metà di loro, queste reazioni diventano croniche o si protraggono per mesi. Lo studio è stato condotto dalla Langone University di New York e rivela anche altri dettagli. In particolare questi problemi di salute che colpiscono i neotatuati possono essere dei semplici e banali arrossamenti come diventare delle pesanti reazioni allergiche. In alcuni casi queste reazioni possono arrivare a richiedere la rimozione del tatuaggio. Rimuovere un tatuaggio è un’operazione dolorosa, molto difficile e purtroppo non sempre possibile. Dobbiamo quindi preoccuparci se abbiamo deciso di marchiare a vita la nostra pelle con un tattoo indelebili. 
I TATUAGGI FANNO VENIRE PIU’ MALATTIE? LE ULTIME NOTIZIE- Lo studio è partito da un sondaggio su un campione di 300 persone a caso fermate a Central Park. A ciascuno è stato chiesto se dopo aver fatto un tatuaggio avessero avuto qualche problema. Il risultato è stato il seguente: il 10% ha dichiarato di aver avuto delle complicazioni e 6 su 10 in questo gruppo hanno affermato di aver avuto dei problemi per più di 4 mesi. Dalla ricerca è emerso anche che le reazioni negative sono state una conseguenza di allergie agli inchiostri utilizzati nel tattoo. Anche chi ha già fatto dei tatuaggi non è al sicuro da queste complicazioni. Infatti le allergie possono comparire in qualunque momento. Anche chi continua a tatuarsi, pensando di non essere allergico agli inchiostri può sviluppare reazioni avverse con prurito e gonfiore.
Secondo un altro studio, questa volta tedesco, pubblicato sulla rivista scientifica Lancet, il 5% dei tatuaggi determina un’infezione. Altri studi riguardano poi i tatuaggi non permanenti: sembra che nell’henné sia stata trovata spesso una sostanza allergizzante. Insomma continuano gli studi e le ricerche sulle conseguenze che un tatuaggio può avere sulla nostra salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.