Mal di schiena: i tre rimedi naturali secondo la scienza

Ecco alcuni rimedi naturali che secondo la scienza possono diventare efficaci contro il dolore alla schiena, ormai problema diffuso in Italia e all'estero

Sono circa 15 milioni le persone che in Italia soffrono di mal di schiena. Si tratta sicuramente di uno dei problemi più diffusi nel nostro Paese. Se non viene trattato, il dolore alla schiena può scomparire solo con l’intervento chirurgico. Ma prima di pensare a questa soluzione, è anche possibile tentare di ridurre l’infiammazione con dei rimedi naturali. Spesso viene consigliato di assumere degli antinfiammatori non troppo invasivi. Sicuramente si tratta di uno dei farmaci più utilizzati nel nostro Paese e all’estero. Ma molte volte, quando sono troppo aggressivi, si va anche incontro a degli effetti collaterali. Per tale motivo, quando è possibile, è sempre meglio accertarsi di utilizzare prodotti naturali.

MAL DI SCHIENA ULTIME NOTIZIE: COME COMBATTERLO CON TRE ANTINFIAMMATORI NATURALI

Il dolore alla schiena è uno dei problemi che affligge sempre di più l’individuo. Uno degli antinfiammatori più potenti è la Boswelia, appunto utilizzato anche per il dolore alla schiena. Questa sostanza viene solitamente somministrata per i trattamenti riguardanti i disturbi degenerativi e antinfiammatori. I recenti studi dimostrano che la Boswelia è quasi sempre ben tollerata dai pazienti. Ma vi sono alcune persone che, però, hanno accusato problemi di stomaco, come nausea, diarrea e reflusso acido. Tra gli infiammatori naturali troviamo anche l’olio di fegato di merluzzo. Si tratta di un famoso agente antinfiammatorio naturale. Infine, come rimedio naturale contro i dolori alla schiena vi è la curcuma. Questa pianta è molto conosciuta per le sue azioni antinfiammatorie. Appartiene alla stessa famiglia dello zenzero. Molti ricerche hanno dimostrato che la curcuma ha degli effetti antiossidanti, antineoplastici e antinfiammatori. Questa pianta, secondo dei recenti studi clinici, è risultata efficace anche nel trattamento della fibrosi cistica. La curcuma, inoltre, viene anche utilizzata in casi di colite, di artrite, di malattie neurodegenerative e di cancro. Questa pianta pare sia altamente efficace quando viene affiancata alla Boswelia, soprattutto per il trattamento di osteoartrite attiva. Le dosi giornaliere della polvere di curcuma possono variare dai 400 ai 600 mg.
In ogni caso, prima di assumere qualunque tipo di rimedio naturale, è opportuno parlarne prima con il proprio medico di fiducia, il quale saprà indicarvi la giusta terapia. E’ altamente sconsigliato iniziare una terapia fai da te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.