Psicosi Coronavirus: come evitare il contagio con i consigli degli esperti

E’ la notizia del momento e purtroppo, gli aggiornamenti che arrivano dalla Cina ma anche da altri paesi in tutto il mondo non lasciano ben sperare. Il Coronavirus fa paura e il numero di vittime che aumenta di ora in ora non fa che peggiorare la situazione. Mentre nelle città della Cina le strade sono deserte e i cittadini sono costretti a restare in casa e a uscire solo in caso di necessità, nelle altre nazioni si cerca di capire cosa si possa fare per evitare il contagio ma non solo. Si cercano i motivi di un possibile contagio, si cerca di capire cosa sia meglio fare in questi casi e la psicosi cresce sempre di più anche perchè il fatto che i sintomi siano spesso paragonabili a una influenza, porta molta gente a preoccuparsi inutilmente.

CORONAVIRUS COME EVITARE IL CONTAGIO: I CONSIGLI PER CHI VIAGGIA

Chiaramente in queste ore il consiglio dei medici italiani, ma anche di quelli di tutto il mondo, è evitare viaggio per la Cina. Non a caso alcune compagnie aeree stanno cancellando anche i voli, cancellando le rotte.

Ma per chi viaggia, sia per la Cina che per altri paesi in tutto il mondo, ci sono delle regole base da seguire:

– lavaggio accurato delle mani per almeno 20 secondi

– consumare solo cibo ben cucinato e bere acqua in bottiglia

– evitare luoghi di assembramento quali mercati di animali vivi e morti

– evitare il contatto stretto con malati o, in caso, non si possano adottare queste misure coprirsi narici e bocca con mascherina

– evitare di tossire o starnutire senza coprirsi con un fazzoletto o in mancanza di questo si consiglia di tossire nell’incavo del gomito.


Al personale sanitario che si accinge a visitare un malato sospetto, per motivi precauzionali, si raccomanda che, oltre a adottare le misure standard di biosicurezza, applichi le precauzioni per prevenire la trasmissione per via aerea e per contatto. In particolare, dovrebbe indossare mascherina e protezione facciale e guanti.

CORONAVIRUS COME EVITARE IL CONTAGIO IN CASO DI CONTATTO CON POSSIBILI MALATI

Per i contatti/familiari di pazienti affetti da sospetta infezione o fintanto che avvenga il trasporto del malato in ospedale è consigliato quanto suggerito dall’Oms: 

– collocare il paziente in una stanza singola ben ventilata

– limitare il numero di assistenti del paziente, idealmente una sola persona in buona salute

– nessun visitatore

– i membri della famiglia dovrebbero stare in una stanza diversa o, se ciò non è possibile, mantenere una distanza di almeno un metro dalla persona malata (ad es. dormire in un letto separato); ridurre al minimo la condivisione spazio e garantire che gli spazi condivisi siano ben ventilati

Nel caso ci fosse il sospetto di essere entrati in contatto con una persona che ha contratto il virus si dovrebbe fare attenzione alle norme basilari: lavare per bene tutto, disinfettare, evitare di usare degli oggetti che potrebbero trasmettere il virus.

In Italia è possibile fare tutte le domande del caso a degli esperti che risponderanno a tutte le richieste arrivate al numero verde aperto per l’occasione.

Task-force Ministero della salute: rafforzato numero verde 1500
Si è riunita anche questa mattina alle 9.30 la task-force coronavirus 2019-nCoV, alla presenza del ministro Roberto Speranza nella sede di Via Ribotta a Roma. Alla riunione, tra gli altri, ha partecipato anche l’Assistant Director General dell’Oms Raniero Guerra. Prosegue il coordinamento con tutte le istituzioni internazionali competenti. È stata verificata la piena operatività delle procedure di controllo avviate ieri negli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Malpensa. Al momento tutti i controlli procedono regolarmente.
Si è, inoltre, tenuta una sessione di formazione per una nuova equipe di medici e personale sanitario che rafforzerà ulteriormente i controlli negli aeroporti e che  integrerà lo staff della sala operativa del numero verde 1500 attivo 24 ore su 24. Tra loro presenti anche i mediatori culturali che dialogheranno con i cittadini cinesi che si rivolgeranno al servizio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.