Siamo ingrassati in quarantena, Calabrese ci fa dimagrire per la fase 2


A La vita in diretta ospite in collegamento oggi il professore Giorgio Calabrese con i consigli sul come dimagrire dopo essere ingrassati in quarantena. Se si parla di questo argomento mentre sia ancora in lockdown significa che dobbiamo prepararci alla fase 2. Il 4 maggio è attesissimo, faremo tutto con cautela ma stiamo per uscire, Calabrese però avvisa che è necessario dimagrire e perdere i chili presi in quarantena di certo non solo per estetica ma per la salute. Si stima che il 40% degli italiani siano ingrassati, che in tanti abbiano cercato gratificazioni nel cibo, che molti abbiano rinunciato all’attività fisica e che la spesa sia stata per tantissimi spesso abbondante. Aggiungiamo che a Pasqua non c’era altro modo di festeggiare se non cucinare e stare a tavola ed ecco che sono arrivati per alcuni i 3 chili in più e per altri anche 5. 

GIORGIO CALABRESE A LA VITA IN DIRETTA MOSTRA COME DIMAGRIRE IN UN MESE

Ovviamente i consigli del dietologo partono sempre dalla giusta alimentazione, dai 5 pasti da fare al giorno, minimo cinque, dai due litri di acqua da bere al giorno e da un dimagrimento che non può essere veloce.

Non manca la tabella per memorizzare cosa consumare a colazione, pranzo, cena e nei due spuntini. Minimo due spuntini, ma mangiare più volte al giorno non significa certo mangiare di più ma come sempre suddividere le calorie e il cibo in più tempi.

La tabella è di semplice intuizione. E’ necessario diminuire l’insulina che è quella che brucia gli zuccheri e rovina tutto aumentando il senso di fame e lasciandoci in regalo il grasso sul nostro corpo. Lorella Cuccarini chiede in un mese quanto riusciremo a dimagrire. Chi in quarantena ha preso 3 chili in un mese tornerà al peso forma, chi ne ha preso uno in più ci metterà una settimana in più. Pronti per la dieta e un po’ di attività fisica? Non dimenticate di bere tanta acqua. 

Leggi altri articoli di News benessere

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close