Professor Barbanti: le cause del mal di testa, le sue indicazioni a Oggi è un altro giorno

Il professor Barbanti è uno dei maggiori esperti di emicrania in Italia, inizia la sua intervista a Oggi è un altro giorno con un commento che deve fare riflettere: “E’ difficile trovare una persona che soffre di mal di testa e non ha una grande sensibilità, una intelligenza viva, un quid in più”. Barbanti ci suggerisce un punto di vista che spesso i medici a cui ci rivolgiamo per il mal di testa non affrontano nel modo giusto. “Di solito è un soggetto che lascia trapelare le emozioni di cui è portatore”, l’ospite di Serena Bortone usa il termine “incontinente”. Tante le domande che in studio vorrebbero porgli ed è già importante parlarne, aprire altre strade a chi soffre di mal di testa, a chi non ha di certo una buona qualità della vita. “L’emicrania è il modello più frequente tra i mal di testa ed è mal di testa più mal di mare messi insieme” mentre sinusite e cervicale sono evidentemente ben più rari di quanto crediamo, un po’ come la Befana e Babbo Natale.

IL PROFESSOR BARBANTI A OGGI E’ UN ALTRO GIORNO 

“L’emicrania si aggrava nei primi giorni di festa” e sono infatti molti a soffrire di emicrania nel fine settimana o comunque quando staccano la spina. In collegamento con Oggi è un altro giorno la signora Alessandra che per 30 anni ha sofferto di cefalea, racconta dei mal di testa che le hanno tolto molto nella vita. “Forse ho sempre preteso troppo da me stessa. Il mio peccato era quello di essere perfezionista sempre, di dare il massimo”. E’ del tutto d’accordo Barbanti che l’ha seguita e aiutata a liberarsi dal mal di testa.

“Il primo elemento che lo scatena sono le emozioni, l’essere molto attivi durante il giorno e poi lo staccare l’interruttore”. La ragion per cui durante il lavoro o un altro impegno importante magari non ne soffriamo è perché lo stress è analgesico: il mal di testa arriva dopo. 

LE ABITUDINE NEGATIVE CHE SCATENANO IL MAL DI TESTA

Un soggetto emicranico deve fare molta attenzione e non prendere in giro l’orologio. Vanno quindi evitate le abitudini negativi: “Se l’emicranico dice al suo orologio che non è pronto ti colpisce con il mal di testa”.

Inoltre, inutile fare esami, per il professore non servono ma se il mal di testa non passa con l’analgesico e ne soffriamo più di una volta a settimana il consiglio è di chiamare il medico. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.