Barefoot running, correre a piedi nudi (o quasi): pro e contro

barefoot running

Prima di parlare di pro e contro cerchiamo innanzitutto di capire cos’è il barefoot running. Barefoot significa piedi nudi dunque si tratta della pratica di correre scalzi. Molti però invece di correre a piedi nudi preferiscono indossare delle scarpe veramente molto sottili dove si possono infilare anche le dita, come un guanto. Questa particolari scarpe aiutano nella protezione del piede anche se sono minimaliste e non si possono paragonare a delle vere e proprie scarpe da running. Sarà pure per questo che in molti decidono allora di correre del tutto liberi da vincoli e soprattutto da protezioni, dunque.

Quali sono i pro di fare barefoot running

Chi fa barefoot running si sente decisamente libero, a maggior ragione chi non indossa nemmeno le scarpe da barefoot. Questa corsa che possiamo definire, a questo punto, corsa libera ha tanti benefici. Innanzitutto i muscoli e le articolazioni diventano molto più forti e non solo quelle dei piedi ma quelle delle gambe e delle ginocchia più in generale. Non bisogna perdere troppo tempo a scegliere la scarpa giusta, la misura perfetta. E’ decisamente una pratica economica. Si sta più a contatto con la natura e i piedi respirano, si evita il sudore. Inoltre si ha anche un maggiore controllo del proprio corpo. Quante volte ci è capitato di scivolare o inciampare per via delle scarpe magari non adatte? Ma come per ogni cosa ci sono pure dei contro…

Barefoot running: quali sono i contro

Occhio ai tanti contro. Intanto correre su ogni tipo di terreno non è proprio l’ideale. Un conto è farlo sulla sabbia bagnata, un contro sull’asfalto, su un marciapiede o in campo erbato. Il fatto è che per terra ci può essere di tutto e senza una adeguata protezione ci si può fare veramente male. Pensiamo a quanti vetri, spine, sassolini appuntiti o chiodini possono incontrare i nostri piedi strada facendo. Senza la giusta scarpa bisogna fare attenzione pure a non sovraccaricare le articolazioni e a fare peso perché ci si potrebbe fare seriamente male e un infortunio sarebbe spiacevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.