Il cavolo fa bene ma il suo succo è un concentrato di benessere

O lo si ama o lo si odia! E di certo non ha un odore molto gradevole. Di chi parliamo? Del cavolo. Il cavolo è una verdura che possiede tantissime proprietà benefiche per la salute. Alla famiglia dei cavoli appartengono il cavolfiore, il cavolo rosso, il cavolo nero, il cavolo verza, il cavolo cappuccio e il cavolo broccolo. Ognuno di essi ha delle proprietà particolari ma in generale tutti sono delle fonti di ferro. Il cavolo infatti contiene più ferro della carne. E, contrariamente a quanto molti di noi possano pensare, il cavolo contiene più calcio del latte. Il fatto che questo ferro e questo calcio siano di origine vegetale, rende questi due nutrienti molto più facilmente assimilabili dal nostro corpo rispetto a quelli di origine animale. Proseguiamo con la nostra serenata sul cavolo. Infatti la lista delle proprietà benefiche del cavolo non è finita qui. Il cavolo è ricco di omega 3, omega 6, vitamina A, vitamina C e antiossidanti. Insomma il cavolo è un concentrato di benessere. Come prepararlo? Ci sono tanti modi per cucinare il cavolo. Ma in assoluto in modo migliore per consumarlo mantenendo intatte le sue caratteristiche nutrizionali è quello di bere il suo succo. Infatti estraendo la parte liquida del cavolo, a freddo, con l’apposito strumento, è possibile preservare le proprietà nutrizionali. A questo punto vi indichiamo tutti i benefici del succo di cavolo. Innanzitutto il cavolo contrasta l’anemia.

La dieta del professor Longo per stare bene – leggi qui

Il ferro contenuto nel succo di cavolo è facilmente assimilabile sia per la presenza della vitamina C sia perché ha un’origine vegetale. Il cavolo contiene antiossidanti e agliconi, considerati dei potenti antinfiammatori. Per cui bere il succo di cavolo può aiutare a combattere alcune infiammazioni. E’ abbastanza noto il potere disintossicante e drenante del cavolo. Bere il succo di cavolo aiuta la diuresi e favorisce la disintossicazione dell’organismo. Vi siete mai chiesti perché durante la cottura il cavolo puzza? E’ lo zolfo che genera il cattivo odore. Ma è anche lo stesso zolfo contenuto nel succo di cavolo che permette di contrastare eczemi e acne. Il cavolo contiene anche sulforafano, un principio attivo che favorisce l’abbassamento della pressione. Per cui il cavolo può essere considerato a tutti gli effetti un antipertensivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.