Mal di schiena: rimedi alla portata di chiunque

Il mal di schiena purtroppo colpisce un elevato numero di soggetti. Si stima che il 90% dei soggetti in età adulta ha avuto, sta avendo o avrà almeno un episodio di mal di schiena, correlato ovviamente a diverse cause e situazioni.

Purtroppo, a volte basta un colpo di freddo, l’attività fisica fatta in modo non corretto, o anche vere e proprie problematiche correlate alla muscolatura o alla colonna vertebrale a causare dolori più o meno forti. Se la sintomatologia permane nel tempo, o è particolarmente acuta, è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico curante, che sarà in grado di offrire i suggerimenti del caso.

Sono comunque disponibili farmaci per l’automedicazione che possono temporaneamente alleviare i sintomi del mal di schiena.

Come alleviare il mal di schiena

Quando si avverte un leggero mal di schiena, con rigidità in una specifica zona della colonna vertebrale e difficoltà nei movimenti, è consigliabile utilizzare appositi farmaci per automedicazione, in modo almeno da alleviare i sintomi, come ad esempio Dicloreum Schiuma, prodotto ad azione antinfiammatoria da usare localmente, proprio dove il dolore si irradia.

I prodotti in schiuma, infatti, sono molto semplici da applicare, ancora più efficaci se accompagnati da un leggero e breve massaggio sulla zona dolente. Per quanto riguarda il dosaggio e la posologia, come per qualsiasi farmaco, è fondamentale leggere le indicazioni presenti sulla confezione o sul foglietto illustrativo interno.

Per chi soffre di particolari patologie è sempre bene verificare eventuali avvertenze ed effetti collaterali, così come le interazioni con altri farmaci di qualsiasi genere. Si consiglia anche di utilizzare i farmaci da banco con le dovute cautele; se il dolore permane per più di 2-3 giorni, è consigliabile recarsi dal proprio medico di famiglia.

Dormire bene per evitare il mal di schiena

Veniamo ora alle cause del mal di schiena, che spesso sono correlate alla postura, al materasso e al cuscino su cui si dorme, oppure agli sforzi fisici fatti nel corso del tempo. Anche recandosi dal medico sicuramente ci si sentirà rivolgere una serie di domande, tra cui anche quella che riguarda la comodità del letto su cui si riposa ogni notte.

Il posizionamento della colonna vertebrale durante il sonno può infatti influire non solo sulla qualità dello stesso, ma anche su eventuali dolori alla schiena durante la notte, o nelle giornate successive. È bene ricordare che un materasso, per quanto comodo, non ha una durata infinita.

Ogni 10 anni è consigliabile sostituire il materasso, perché si rischia che abbia perso le sue caratteristiche chimico fisiche. Scegliamolo in modo che sia in grado da sostenere al meglio il nostro peso, più o meno morbido a seconda delle preferenze personali.

L’attività fisica in inverno

A volte il mal di schiena, il dolore ai muscoli, la difficoltà a camminare e a muoversi possono essere problematiche correlate all’attività fisica svolta nei giorni precedenti. Questo soprattutto quando l’attività fisica è particolarmente intensa, ma anche quando si pratica sport in pieno inverno.

Per praticare in modo sicuro sport all’aperto in pieno inverno è bene seguire alcuni importanti consigli; il primo riguarda l’abbigliamento, che deve essere di tipo tecnico e traspirante, in modo da evitare gli accumuli di sudore sulla pelle.

È infatti proprio l’umidità in eccesso che, raffreddandosi rapidamente quando ci si ferma, può favorire le contratture e i classici “colpi di frusta” alla schiena. Gli abiti dovranno essere “a cipolla”, in modo da poter regolare la temperatura avvertita togliendo o aggiungendo una giacca o un para collo. Inoltre, è sempre consigliabile fare riscaldamento prima di cominciare un’attività all’aria aperta, soprattutto in pieno inverno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.