Paola Perego ricorda Fabrizio Frizzi, racconta che è stato lui ad aiutarla con una frase (Foto)

fabrizio frizzi

Il nome di Fabrizio Frizzi torna in tante occasioni ed è Paola Perego questa volta a ricordare il conduttore scomparso troppo presto (foto). Questa sera la Perego debutterà in seconda serata con il suo nuovo programma Non disturbare e anche questa è l’occasione giusta per parlare ancora di Fabrizio, di quanto fosse altruista e di quanto lo sia stato fino all’ultimo istante della sua vita. Adesso lo sappiamo tutti che ha lavorato con immenso amore e sacrificio portando a termine fino a quando ha potuto L’Eredità e Paola Perego a Il Messaggero ricorda che erano vicini di camerino, lei era in preda all’ansia perché stava per tornare in onda con Superbrain. La ricordiamo tutti anche la vicenda della conduttrice, il suo programma del sabato fu sospeso da un attimo all’altro per un sondaggio, una classifica. Nel suo ritorno dopo tante polemiche e tante lacrime era terrorizzata e oggi ricorda il momento in cui prima di andare in onda andò nel camerino di Frizzi per salutarlo. Lui stava male ma è stato proprio Fabrizio Frizzi a dare a lei il sostegno che le ha fatto capire di dover superare molto di più di quella prima puntata di Superbrain.

PAOLA PEREGO STASERA DEBUTTA CON NON DISTURBARE MA NON MANCA IL RICORDO PER FABRIZIO FRIZZI

“Ero terrorizzata – spiega nell’intervista a Il Messaggero la Perego – Sa chi è stato ad aiutarmi? Fabrizio. Aveva il camerino vicino al mio e io sono passata a salutarlo prima di iniziare il programma. Lui stava già male ma conduceva L’Eredità e per incoraggiarmi mi ha detto: ‘Se ce la faccio io, ce la puoi fare anche tu”.

Poi ha ricordato lasciandosi andare alla commozione i giorni difficili che hanno preceduto la sua morte: “In quel momento ho capito che i veri drammi della vita sono altri. Perciò eccomi qua, consapevole di non poter piacere a tutti ma non per questo meno serena”. Paola Perego stasera conduce Non disturbare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.