Fedez vs Rovazzi: era il suo migliore amico, quando è nato Leone non ha neppure fatto gli auguri


fedez a la confessione

Ieri sera giovedì 5 dicembre 2019, l’amatissimo rapper Fedez è stato ospite di Peter Gomez a La Confessione su Canale Nove. Si sa, già il titolo dice tutto: a La Confessione si dice tutto, anche quello che non si è mai detto. Fedez ha avuto occasione di parlare di tanti argomenti e il rapper ha avuto delle parole anche per la fine della sua amicizia con il collega Fabio Rovazzi, oltre a quella con J-Ax. “Non ho perso un socio, con J-Ax e con Fabio Rovazzi ho perso un pezzo della mia famiglia acquisita” ha rivelato Fedez ai microfoni di Gomez.

Fedez e la fine dell’amicizia con Rovazzi: tutto partito a causa dal legale come con J-Ax?

“Quando è entrato Fabio Rovazzi (nell’agenzia aperta da Fedez e J-Ax), lui è diventato il mio migliore amico. La canzone “Andiamo a comandare” ci esplose in mano, tutto avvenne in un clima di vera amicizia ha confessato Fedez al programma su Canale Nove. “Devo capire dove io stesso ho sbagliato, se riesco a parlarne oggi è perché sono stato aiutato dalla mia famiglia e da professionisti. Non so se la separazione è da imputare al mio carattere impulsivo, devo sbatterti quello che penso nella maniera più brutta possibile. L’altro motivo è che probabilmente non servivo più ha raccontato il rapper sulla fine della sua bellissima amicizia con Fabio Rovazzi. “Sono partito per cinque mesi a Los Angeles, con mia moglie incinta, il periodo più difficile della mia vita. Ero fragile e poco lucido. Quando sono partito, un nostro collaboratore, il nostro legale ha aperto una società speculare alla mia, di management e discografiaha proseguito Fedez. Il legale sarebbe voluto diventare il manager del rapper: Non me l’ha detto, l’ha fatto di nascosto in un momento molto fragile. Mentre ero a Los Angeles sono scoppiati problemi nei conti economici, inoltre questa persona aveva problemi con mia madre. Sono arrivato a mettere in discussione mia madre. Ho cercato di arginare questi problemi e non sono stato accanto a mia moglie durante la gravidanza. Poi ho intuito che lui voleva diventare il mio manager, mi sono allontanato da lui e lui ha cercato di portarsi a casa la restante parte del gruppoFabio e J-Ax“.

Fedez su Rovazzi: “Quando è nato mio figlio da Fabio neanche un messaggio”

Fabio Rovazzi avrebbe poi deciso di passare proprio alla nuova agenzia del legale. “Ci siamo separati a distanza. Mi chiedo perché queste cose sono state risolte non dopo ma proprio in quel momento, in cui stavo vivendo l’arrivo del primo figlio. Ho avuto la sensazione che loro, oppure solo questa persona, sfruttassero questa mia debolezzaha affermato Fedez a La Confessione. Quando è nato mio figlio da Fabio non mi è arrivato neanche un messaggio (da Ax sì). Non mi ha scritto quando Leone non ha passato l’esame dell’udito, per 6 mesi non sapevamo se sarebbe diventato sordo” ha proseguito a raccontare il noto rapper al programma condotto da Peter Gomez. “A Radio Deejay ha detto che mi aveva fatto gli auguri del bambino: capisco non fosse facile dire di no, ma la sua naturalezza mi ha stupito, io avrei cercato di non rispondere ha continuato. “Ho scritto sei canzoni sull’argomento, mai uscite. Mi sono arrivate le scuse di Fabio, ma troppo poco e troppo tardi” ha poi rivelato Fedez.

Insomma sia la fine dell’amicizia con Fabio Rovazzi che quella con J-Ax sembra partita proprio a causa del gesto del legale. Fedez ha davvero confessato tutto lasciando un po’ a bocca aperta pubblico e fan. “So che quello che sto dicendo verrà preso a spizzichi e bocconi sulle testate, non ne trarrò nulla di positivo a parte un po’ di serenità. Sono io che uso voi e non voi che usate me. Magari ci sono motivazioni più profonde che non so, ma questo è quello che è successo” ha aggiunto l’artista. Rovazzi deciderà di rispondere alle parole di Fedez? Forse lo farà anche J-Ax?

Leggi altri articoli di News spettacolo

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close