Chiambretti positivo al coronavirus: nessuna conferma. Luxuria rivela: “Mi ha detto di una brutta broncopolmonite”

Ieri pomeriggio da Dagospia era stata lanciata la notizia del possibile contagio di Piero Chiambretti. Il conduttore Mediaset si troverebbe in ospedale a Torino, e questo è stato confermato. E’ stata anche confermata la positività di sua madre, anche lei ricoverata in ospedale. Nessuno però, in modo diretto, ha confermato la positività del volto di Mediaset, anche i giornali si dividono. Secondo qualcuno il primo tampone sarebbe stato negativo, secondo altri sarebbe stato positivo e avrebbe confermato la positività al coronavirus. Chiambretti però al momento non ha confermato e smentito quello che sta succedendo forse perchè realmente vuole aspettare l’esito di tutti i tamponi fatti per capire cosa sta succedendo.

VLADIMIR LUXURIA PARLA DI CHIAMBRETTI: LE ULTIME NOTIZIE

Dai social arriva la testimonianza di Vladimir Luxuria, tra le prime a mandare un caloroso abbraccio a Piero Chiambretti. Vladi ha postato nella tarda serata di ieri una immagine sui social, con un augurio per la guarigione del conduttore, dichiarando che, l’ultima volta in cui si sono sentiti, lui le aveva detto di avere una brutta broncopolmonite. Questo ci lascia quindi pensare che Chiambretti possa esser realmente positivo al coronavirus.

Ricordiamo infatti che anche altre persone colpite dal COVID-19, come Leonardo Greco, ex tronista di Uomini e Donne ricoverato in ospedale, avevano dovuto fare diversi tamponi prima di arrivare alla certezza di avere il coronavirus.

Facciamo in ogni caso, i nostri migliori auguri di pronta guarigione al conduttore di Rete 4 e a sua madre. Con la speranza di rivederlo presto in tv nella sua Repubblica delle donne, ridere e scherzare con i suoi ospiti e regalarci quel giusto cinismo che ci manca in questi giorni di repliche imperanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.