A Carlo Conti mancano gli abbraccioni di Fabrizio Frizzi, al suo pubblico la speranza che ci avrebbe dato (Foto)

E’ doveroso oggi per Carlo Conti ricordare Fabrizio Frizzi sui social ma immaginiamo che lo faccia ogni giorno senza dirlo agli altri. Anche Conti nel giorno della sua morte ha scelto una foto con il suo fratellone, un’immagine in cui entrambi appaiono sereni, sorridenti, niente grandi risate perché oggi nessuno dei due ne avrebbe avuto voglia, come tutti. “Sono già passati 2 anni, oggi più che mai ci vorrebbero i tuoi “abbraccioni”, sì sono già passati due anni da quel terribile 26 marzo del 2018. Gli abbraccioni di cui parla il conduttore rendono l’idea di quanto immenso sarebbe stato oggi quel gesto che abbiamo visto tante volte. Oggi che quegli abbracci non possiamo più darli né riceverli diventano ancora più importanti e mancano come mai prima.

FABRIZIO FRIZZI A DUE ANNI DALLA SUA MORTE NESSUNO L’HA DIMENTICATO

E’ un periodo tragico per tutti questo, l’emergenza coronavirus ha cambiato le nostre vite ma il 26 marzo non lo dimentica nessuno. Sui social tutti ricordano il conduttore scomparso troppo presto, aveva solo 20 anni e la piccola Stella da vedere crescere.

La storia delle 4 candele che Fabrizio Frizzi lesse con emozione quando conduceva I Fatti Vostri è la storia che vorremmo leggesse a tutti ancora oggi, in tanti la ricordano oggi con gli occhi lucidi postando quel video. “Magari di questi tempi non avrebbe avuto nessun programma o forse si, di sicuro avrebbe usato la sua spontanea aria rassicurante per dire a ciascun italiano che tutto andrà bene. Credendoci davvero con la sua positività” è il tweet di Serena mentre Luca Barbarossa da Rai Radio 2 spera che il suo abbraccio e l’abbraccio di tutti arrivi fino a Fabrizio. 

Basilio racchiude il pensiero di tutti: “Mai dimenticheremo il sorriso di Fabrizio Frizzi la sua anima pulita e trasparente, il suo fare sempre gentile e delicato. Oggi più che mai, in una tv che urla ed è sempre più aggressiva, mancano i suoi modi garbati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.