Asia Argento dopo la morte di Anna l’uso di droghe per andare avanti: “Forse ho subito qualche danno cerebrale”

Nella puntata di Verissimo in onda domani, 23 gennaio 2021, Asia Argento si racconterà tra infanzia, adolescenza e i momenti più brutti della sua vita. Dalle violenze subite da parte di sua madre, che ha scelto di raccontare anche nel libro Anatomia di un cuore selvaggio, uscito proprio oggi, alle altre violenze che uomini orchi, le hanno prestato. Una vita complicata che Asia ha scelto di raccontare in questo libro che è la sua autobiografia.

Nel salotto di Verissimo, a tu per tu con Silvia Toffanin, parlerà anche di un altro drammatico momento della sua vita, la morte di Anna, sua sorella, venuta a mancare a causa di un incidente stradale.

Per Asia la vita non è stata mai semplice, di ostacoli da superare ce ne sono stati davvero tanti e provare ad andare avanti dopo la morte di Anna, è stato complicatissimo. Asia racconta a Silvia Toffanin di aver iniziato in quel periodo a fare uso di sostanze, poi il cinema, per fortuna, l’ha salvata.

Tutto il dolore di Asia Argento dopo la morte di sua sorella Anna

Nello studio di Verissimo, Asia prova a spiegare che cosa è successo in quel drammatico periodo della sua vita e spiega anche che il suo modo di essere e di fare, è stato certamente influenzato da quanto accaduto in quei drammatici momenti. L’uso di sostanze, ha segnato per sempre la sua vita, con danni che forse ancora oggi si porta dietro.

Era una ragazza che aveva sofferto tanto e io soffrivo per lei. Vedermela strappata via da un incidente stradale è stato inimmaginabile. Quando è successo sono caduta in una forte depressione, sono stata sei mesi a letto e ho anche fatto uso di molte sostanze stupefacenti, soprattutto ai rave party dove giravano droghe fortissime. Molte persone che conosco hanno subito gravi conseguenze cerebrali permanenti e forse anch’io qualche danno l’ho subito. In quel caso mi ha salvato il cinema.

Un amore infinito per sua sorella Anna. Qualche anno fa Asia sui social, in occasione del compleanno, aveva condiviso queste parole:

Anna Cerioli Nicolodi 9/6/1972 -29/9/1994. Oggi la mia bellissima sorella avrebbe compiuto 43 anni. Ma lei è stata scelta per essere uno spirito superiore, puro che circonda tutti coloro che la amano e hanno bisogno della sua protezione. Pregate per tutti gli spiriti dei vostri cari che sono passati a miglior vita, sono i vostri alleati nelle vostre lotte e nei vostri progressi. Ti amo sorellina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.