Gerry Scotti nonno preoccupato per sua nipote: “Sono apprensivo e invadente” (Foto)

Gerry Scotti è stato un papà apprensivo e da nonno rischia la stessa cosa, come ha confidato nella sua intervista al Corriere della Sera (foto). E’ al settimo cielo, la piccola Virginia, la figlia del suo Edoardo, gli ha dato una carica di energia incredibile, come accade un po’ a tutti i nonni. Si trattiene, evita di fare i versi scemi che in genere gli adulti fanno ai bimbi piccoli, e magari evita anche di essere toppo ingombrante. Gerry Scotti ha cercato di essere molto discreto soprattutto i primi giorni dopo la nascita della nipotina. Amici e parenti volevano conoscerla, stare accanto ai neogenitori e lui si è fatto un po’ da parte e sa bene che il figlio e la nuora hanno gradito. Per il resto è disponile sempre per loro e per la piccola Virginia. Basta una chiamata, qualunque cosa serve lui arriva, anche solo per una passeggiata.

GERRY SCOTTI E LA NIPOTINA – APPUNTAMENTO AL PARCO

Il periodo non è dei migliori per fare i nonni e in più il sole si fa vedere poco ma quando sa che Edoardo e Ginevra portano la piccola al parco lui li raggiunge. Sa che se abitassero più vicini e con più possibilità di passeggiare sarebbe ben più invadente: “Ci diamo gli appuntamenti al parco ogni volta che portano lì la bambina cerco di andarci anche io, li raggiungo in macchina o in bicicletta. Complice il bel tempo che arriverà i giretti fuori si intensificheranno”.

Intanto, spia gli altri nonni per imparare. Si sente un po’ imbranato quando deve tenerla in braccio, colpa dell’emozione ma anche di mascherine, gel, disinfettanti. Gerry Scotti ha già avuto il Covid ma deve fare ugualmente molta attenzione. 

Pensa al futuro di sua nipote e questo lo preoccupa, non vede un futuro meraviglioso come invece pensava per suo figlio, il periodo è complicato e gli anni che verranno spera siano diversi da ciò che crede. 

Dolcissimo confida che la bimba si addormenta volentieri in braccio a lui perché morbido e pensa già a quando giocheranno insieme. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.