La risposta di Selvaggia Lucarelli a Massimo Giletti dopo la foto con il bacio a Corona: voto 1

Non è tardata ad arrivare la risposta di Selvaggia Lucarelli al messaggio lanciato da Massimo Giletti nella puntata di Non è l’Arena in onda il 14 marzo 2021. La Lucarelli ha postato un lungo post sui social dove risponde per le rime a Giletti che, per argomentare una sua tesi tra l’altro, ha usato una foto parecchio discutibile. Ed è anche da qui che parte la risposta di Selvaggia che cerca di ribadire, punto per punto, i motivi per i quali ha preso le distanze dalla trasmissione di La7, della quale fino a qualche mese fa era ospite fissa, non gradendo alcune delle decisioni prese da Giletti. Nella risposta della Lucarelli tra l’altro, anche delle considerazioni che spesso si è portati a fare: la sua credibilità sarebbe minata dal fatto che fa il giudice a Ballando con le stelle mentre Zazzaroni direttore del Corriere dello sport è più credibile?

Ecco forse chi decide di attaccare, giustamente o ingiustamente la Lucarelli, dovrebbe argomentare con altro le discussioni che intavola perchè altrimenti, avrà sempre la solita risposta da parte della giornalista che, piaccia o meno, su questa vicenda ha ragione. Le si facciano accuse concrete che riguardano il lavoro che ha fatto, le cose che ha detto. Non ci si ricordi sempre di quella paletta a Ballando con le stelle.

La risposta di Selvaggia Lucarelli a Massimo Giletti

In un lungo post, la Lucarelli ha argomentato sui social:

Ieri sera, durante quel coso increscioso chiamato “Non è l’arena”, Massimo Giletti ha parlato del rientro in carcere del suo amico, consulente, amico di palestra e prezioso collaboratore Fabrizio Corona. Comprendo che il trauma emotivo provato dal conduttore possa non renderlo del tutto lucido e comprendo anche che quando viene a mancare una stella polare così luminosa, all’improvviso, si possa essere disorientati, ma quello che è successo va raccontato.In occasione della revoca gli arresti domiciliari di Corona qualche giorno fa avevo scritto su twitter che il carcere mi fa orrore quindi non potevo rallegrarmi di nulla, ma che andare in tv da Giletti (e altrove) lo aveva danneggiato. Posizione che sulla questione Corona mantengo da anni. Corona non dovrebbe più accedere a quello che lo ha rovinato: i soldi facili, il circo del bosco e del sottobosco dello spettacolo, il megafono della tv usato per dire (o far dire) cose pericolose o sconclusionate. Se esce dal carcere per lavorare, deve andare a lavorare al tornio, altro che tv e giornali e serate in disco. Questa è la mia opinione. La tv che ha fatto in questo periodo di detenzione domiciliare, guarda un po’, è stata disastrosa: quel collegamento dalla D’Urso dove parlava dei problemi mentali del figlio, quella promozione a opinionista da Giletti con frasi imbarazzanti su Cracco accusato di connivenza con il giro di Genovese costate diffide al programma e molto dolore a persone perbene e altro di cui magari parlerò più avanti. Stenderei un velo pietoso sul suo utilizzo dei social, nel periodo di detenzione domiciliare.

Come vi avevamo detto questa mattina, Giletti avrebbe potuto usare decine di foto per parlare del tema ma ha scelto quella di un bacio di Selvaggia Lucarelli a Corona, risalente a più di dieci anni fa.

E Selvaggia ha aggiunto:

Quindi ieri per replicare al mio tweet il Giletti orfano del compagno di palestra, il Giletti che posava con le t-shirt vendute da Corona, mi ha risposto così: con una mia foto a tutto schermo mentre “baciavo” Corona. Un finto bacio a stampo dato DIECI anni fa in una specie di late show, ovviamente per scherzo. Aggiungeva poi che “chi sono io per giudicare dall’alto di non si sa che, per “avere sentenze” (oltre che in palestra va anche a lezioni di italiano da Corona, suppongo) e che comunque io alzo le palette a Ballando con le stelle. Così, ad minchiam. Mancava sola la classica foto “Selvaggia Lucarelli incidente hot: va fuori di seno” e il repertorio del becerume maschilista era al completo.Perché naturalmente questo è: siccome sono una donna, non si risponde sul contenuto. Si va sulla foto che non c’entra nulla ma che allude a qualcosa che ha a che fare con la sfera sessuale, si va a svilire la professione omettendo il lavoro giornalistico e citando solo quello legato all’intrattenimento così da metterti nella casellina “soubrette”. Delegittimare, questo è lo scopo. Il tutto con giornalisti seduti lì, muti.

E ancora:

Perché il mio ruolo a Ballando lo aveva anche il buon Lamberto Sposini, ma nessun giornalista si sarebbe mai permesso di screditare il suo lavoro parlando in maniera volgare di palette. Alberto Matano è a Ballando ma è un ottimo giornalista e nessuno fiata. La cosa comica, poi, è che dopo aver citato Ballando, Giletti ieri è passato ad un altro tema: la sua opinionista di riferimento era la brava Roberta Bruzzone, protagonista a Ballando. Considerato che fino a pochi mesi fa voleva anche me a Non è l’arena ma che non rispondevo nemmeno più ai suoi inviti, Giletti ha evidentemente una certa passione per Ballando.

In un altro stralcio del suo post sui social la Lucarelli ha poi scritto:

In tutto ciò, si potrebbe riassumere il tutto dicendo che ieri sera un conduttore e giornalista ha difeso un pluripregiudicato dileggiando una giornalista. E lasciando passare, spalleggiato da alcuni suoi improbabili ospiti, il messaggio sbagliato e pericoloso che Corona sia vittima della giustizia, di accanimento. E’ vero il contrario. Nessun detenuto in questo paese probabilmente avrebbe avuto tante possibilità dalle legge di uscire dal carcere, di violare le prescrizioni anche nascondendo i proventi dei suoi guadagni in un controsoffitto o beccandosi nuove denunce, di rientrare in carcere e di poter riuscire di nuovo, più e più volte. E invece, per giunta nella trasmissione più giustizialista del globo, passa il messaggio: poverino, è accanimento.

Per concludere:

Caro Giletti, alzo la paletta: voto 1. E quell’1 è giusto per un moto di dolcezza nei tuoi confronti: è dura essere una D’Urso che non ce l’ha fatta e aver dovuto ripiegare su uno show che vorrebbe essere giornalismo, ma che è un Pomeriggio 5 mascherato meglio. Lo capisco. Ti sono vicina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.