Street Control, si parte con il Grande Fratello della strada


Dal 04 marzo 2011, a Bari, ha fatto il suo ingresso lo “Street Control”, il nuovo sistema ribattezzato “Grande Fratello”, che la Polizia Municipale ha messo in atto per punire tutti coloro che posteggiano in doppia fila la propria automobile. In soli due giorni sono fioccate centinaia di multe. In sole due ore, nella zona del quartiere  Murattiano, sono state registrate circa 50 contravvenzioni.

Questa iniziativa è partita dal capoluogo pugliese, ma si pensa che ben presto si estenderà in tutta Italia. Tale sistema è, al momento, in fase di sperimentazione: è stato montato su alcune autovetture della Polizia e viene utilizzato di mattina e nel tardo pomeriggio, proprio durante le fasce orarie più critiche, quelle in cui vi sono più automobilisti per le strade.  Si tratta di un piccolo computer che riesce, in pochi secondi, a registrare la targa dell’auto incriminata, fotografandola. In seguito viene scattata una seconda foto, all’interno della vettura, per dimostrare l’assenza del conducente, poiché, mancando quest’ultimo, anche con la presenza di un passeggero, scatta l’infrazione. In soli tre giorni, la multa di 39 euro, viene recapitata a casa e se non la si paga subito, la sanzione lievita fino ad arrivare a 54 euro. Come ogni novità, anche lo street control, sta ottenendo voti a favore e voti contrari. Infatti, ci sono già state le prime lamentele da parte di automobilisti  che ritengono questo sistema, un ennesimo modo per estorcere soldi  ai cittadini. Altri, al contrario, pensano che si tratti di un modo efficace per disciplinare gli automobilisti baresi al rispetto delle regole.  Solo il tempo dimostrerà l’efficacia dello street control.

Nicole Cascione


Leggi altri articoli di News e Cronaca

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close