Delitto dell’Olgiata: domestico confessa, ha ucciso la contessa

Ha confessato il domestico Manuel Winston Reves, ora in carcere per l’omicidio della contessa Alberica Filo della Torre, uccisa all’Olgiata il 10 luglio 1991.

La confessione è arrivata nel corso di un interrogatorio svolto col pm Francesca Loy che lo stesso filippino ha sollecitato. Winston si era avvalso stamani della facoltà di non rispondere durante l’udienza di convalida davanti al Gip. Alla luce di questa confessione è stato emesso un nuovo provvedimento di custodia cautelare per omicidio volontario.

“Mi volevo togliere un peso che portavo dentro di me da 20 anni: sono stato io ad uccidere la contessa Alberica”. Questa la confessione di Manuel Winston Reves che tra le lacrime ha ammesso le sue responsabilità davanti al pm e al tenente colonnello Bruno Bellini del Nucleo investigativo dei carabinieri di Roma.

Winston nel corso della confessione ha chiesto “scusa per quanto fatto agli italiani e ai figli della contessa Alberica”. “Ogni volta che sentivo parlare della contessa mi prendeva l’angoscia”, ha aggiunto il filippino spiegando le ragioni della sua confessione. In relazione al movente Winston ha detto di non ricordare bene il motivo che lo ha spinto ad uccidere la donna. “Ricordo solo che ero andato da lei a chiedere di poter lavorare nuovamente presso la villa perché avevo bisogno di soldi”, ha detto al pm, con queste parole, il filippino, ha motivato l’omicidio avvenuto al termine di una lite con la contessa Alberica Filo della Torre. Ora finalmente si può mettere un punto a questo giallo che era aperto da anni.

Giusy Cerminara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.