Sarah Scazzi: parla l’amico Ivano

Dopo un lungo silenzio, ritorna a parlare Ivano Russo, il migliore amico di Sarah Scazzi e di Sabrina Misseri.

Il ragazzo di Avetrana aveva deciso di restare in silenzio, fuori dal giro di microfoni e telecamere che assilla da qualche mese il suo paesino. Aveva deciso di non parlare più, dopo che i giornali e le televisioni italiane avevano dato, anche se indirettamente, la colpa a lui per quell’omicidio. Infatti, secondo delle ipotesi, Sarah sarebbe stata uccisa proprio per questioni di gelosia: il suo attaccamento improvviso all’amico Ivano, più grande di lei, e anche amico di Sabrina le sarebbe costato la vita.

Qualche giorno fa è arrivata la notizia, secondo cui sono state trovate dai Ris delle tracce di Dna e per questo motivo era necessario che Ivano, Cosima Misseri e il fratello e il nipote di Zio Michele si recassero in Caserma, per dei prelievi biologici. Ivano non si è sottratto ai prelievi, anzi, pare che si sia sottoposto spontaneamente alla prova del Dna. Adesso Ivano ritorna in tv, e lo ha fatto a “La Vita in Diretta“, ieri pomeriggio, su Rai Uno. Ivano Russo dice di essere molto turbato per il processo mediatico che si sta attuando in questo momento e ci tiene a precisare che lui non è un indagato, ma solo un testimone. E sappiamo bene che Ivano è uno dei pochi testimone-chiave del giallo di Avetrana. Non riesce a capire il perchè del prelievo del Dna a cui è stato sottoposto: ipotizza che forse sul cellulare di Sarah ci siano delle impronte, e forse ci sarebbero anche le sue, visto che nei giorni prima della scomparsa lo ha manipolato anche lui. Ma Ivano è sereno, non sembra avere la coscienza sporca.

Ivano continua a parlare degli indagati e precisa che lui è sicuro che non sarà mai indagato, perchè non è stato lui. Ha solo un rammarico: quello di non aver capito in tempo che tra Sabrina e Sarah c’era una gelosia nei suoi confronti, sempre se è questo il motivo dell’omicidio e se, appunto, è stata una vendetta di Sabrina Misseri. Precisa che, anche se non si sente responsabile della fine di Sarah, se si fosse accorto di qualcosa, forse avrebbe potuto aiutare le due cugine a uscire dalla situazione “gelosia”, una gelosia inutile.

L’amico delle due cugine di Avetrana ci tiene anche a precisare che con Sabrina c’era un’amicizia, che però negli ultimi tempi era diventata qualcosa di più per lei. Di Sarah dice che era una ragazza timida, e anche se fosse stata innamorata di lui, non avrebbe avuto il modo per potersene accorgere. E aggiunge che vedendo anche la differenza di età non ci aveva mai pensato.

Sara Moretti

One response to “Sarah Scazzi: parla l’amico Ivano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.