Morto l’erede del gruppo Ferrero a soli 47 anni

Pietro Ferrero, di appena 47 anni è venuto a mancare prematuramente, è morto a causa di un incidente in bici in Sudafrica. Pietro era il Ceo della società Ferrero, che possiede, tra gli altri, anche Nutella e Kinder.

Il ceo della società Ferrero era in Sudafrica per motivi di lavoro. Egli, assieme al fratello Giovanni erano alla guida della società Ferrero, fondata dal padre Michele. Ma a causa di un incidente in bicicletta avvenuto appunto in Sudafrica, Pietro Ferrero ha perso la vita, lasciando moglie e due bambini. Il ministro degli esteri Franco Frattini ha commentato l’accaduto elogiando il giovane imprenditore. Ha affermato infatti che la notizia dell’improvvisa scomparsa di Pietro Ferrero lo ha colpito e addolorato profondamente. Parla dell’imprenditore come un uomo eccezionale e di talento, dotato di una visione strategica e di profonda sensibilità per l’interesse generale del Paese. Ha solo parole belle da spendere per Ferrero: afferma che la continua ricerca dell’eccellenza, la creatività, la determinazione a competere anche in momenti difficili per affermare il proprio marchio fino a renderlo un simbolo, erano alcune delle caratteristiche dell’imprenditore talentuoso morto prematuramente.

Il presidente del Consiglio Regionale del Piemonte, Valerio Cattaneo, si è espresso in una nota, dicendosi profondamente costernato per il grave lutto che ha colpito la famiglia Ferrero, ed esprimendo il suo personale cordoglio e quell di tutta l’Assemblea Legislativa. Ha aggiunto inoltre che la Regione Piemonte deve molto all’intraprendenza ed alla capacità imprenditoriale della famiglia Ferrero, che ha creato una prestigiosa azienda a livello mondiale. Conclude la nota rivolgendosi alla famiglia Ferrero e porgendo loro le condoglianze, “confidando che la solidarietà della comunità piemontese possa trasmettere un po’ di conforto per questa prematura scomparsa”.

Sara Moretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.