Omicidio Melania Rea, l’assassino è una donna?

L’omicidio di Carmela Melania Rea potrebbe essere ad una svolta. Un testimone ha infatti visto una donna correre verso il pianoro di Colle San Marco nell’orario in cui Melania era sparita. Chi era quella donna? Era Melania? O qualcuno che l’ha uccisa? In questo caso l’assassino potrebbe non essere un uomo, come si è pensato fino ad oggi. Ci sono quindi buone probabilità che ad uccidere la povera Melania Rea sia stata una donna.

Carmela Melania Rea, 29 anni, era sparita il 18 aprile ad Ascoli Piceno, nella zona di Colle San Marco. La donna, mamma di una bambina di 18 mesi, era stata ritrovata morta qualche giorno dopo a circa 10 chilometri dal luogo in cui era scomparsa, a Ripe di Civitella del Tronto (Teramo). Ieri, nella zona del ritrovamento, è stato effettuato un nuovo sopralluogo da parte di Carabinieri e Guardia di Finanza. Nella giornata di domani i Ris di Roma effettueranno delle analisi sul materiale ritrovato e su dei campioni di saliva rinvenuti sull’orecchino di Melania e sugli abiti indossati da suo marito il giorno in cui la moglie si era allontanata. Si cerca anche l’uomo che aveva ritrovato il corpo di Melania Rea, e che aveva quindi chiamato il 113, in quanto la sua testimonianza potrebbe rivelarsi utile ai fini dell’indagine.

Fondamentale in queste ore sembra però essere una nuova testimonianza. Un uomo sostiene di aver visto una donna sulla strada principale che porta al Pianoro di Colle San Marco. Ma il testimone non ha saputo dire se questa donna potesse essere Melania o meno. Importante è il fatto che la donna corresse in maniera frettolosa, e che l’orario coincida proprio con quello della scomparsa di Melania, verso le 15:30-16:00 di quel 18 aprile. Intanto si interrogano altre persone presenti sul posto. Fondamentale sarebbe capire se quella donna era la povera Melania Rea o un’altra persona. In quest’ultimo caso, il giallo di Teramo si aprirebbe a scenari inediti, in quanto potrebbe essere stata proprio una donna a commettere l’omicidio.

Assunta De Rosa

2 responses to “Omicidio Melania Rea, l’assassino è una donna?

  1. certamente l’autopsia ha dato degli scenari nuovi ma gli inquirenti si ostinano a non voler indagare c’ è un dna femminile sul corpo di melania e ben tre distinti dna maschili diversi da quelli di parolisi sull’anello sull’unghia e sulle mutande di melania c’ è il dna femminile
    bisogna fare il dna a tutti i soldati uomini e donne della caserma clementi.il giudice deve ordinare questo se vuole veramente trovare il colpevole l’assassino-a è nella caserma ma no parolisi le prove e itempi di percorenza delle stade da folignano ripe san giacomo san marco lo scagionano, parolisi non aveva il tempo per compiere il delitto, melania è scomparsa a san marco come i cani hanno annusato i cani non mentono, si sono persi cinque mesi per l’ostinazione assurda di voler indagare a senso unico, parolisi ha mentito, ma per coprire i tradimenti non l’omicidio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.