Roma, donna finisce in coma dopo uno scippo: è caccia ai banditi

Donna finisce in coma dopo uno scippo a Roma – Ancora una volta una pagina di cronaca nera dedicata alla capitale. Roma infatti ultimamente è tristemente nota per scippi, rapine, omicidi, sparatorie, risse. Quella di oggi è purtroppo solo l’ultimo dramma. Una donna 32 enne è finita in coma, dopo uno scippo nel Frusinate. La donna, originaria di Sora, è stata scippata da due rapinatori, in sella ad uno scooter, che le hanno portato via la borsa in piazza dei Quirti, vicino a via Cola di Rienzo, nel quartiere Prati. Ancora una volta dunque un’azione malavitosa in uno dei quartieri più “in” della città.

I due rapinatori hanno afferrato la tracolla della borsa e hanno trascinato con violenza la ragazza 32 enne che è finita per terra in seguito all’aggressione. Nella caduta ha sbattuto violentemente la testa a terra. Attualmente è ricoverata in gravi condizioni, in prognosi riservata, al policlinico Agostino Gemelli
I medici le hanno diagnosticato un ematoma con frattura dell’osso parietale.E’ stato un passante a dare l’allarme, chiamando prontamente il 113. Ha visto tutto e racconta: “Ho visto due ragazzi sul motorino. Hanno strattonato quella ragazza per la tracolla della borsa. Lei è crollata sul marciapiede e ha sbattuto la testa”. Secondo quanto dichiara l’unico testimone, la ragazza non avrebbe fatto in tempo a gridare, in quanto dopo la caduta ha perso immediatamente i sensi. Adesso a Roma è caccia ai banditi: si cercano due giovani, in sella ad uno scooter di colore scuro, anche se non si è a conoscenza del numero della targa. Probabilmente si tratta di due tossicodipendenti alla ricerca di soldi. Un colpo sfortunato per loro: la ragazza, che lavorava in via dei Gracchi, aveva poche decine di euro nella borsa. Uno scippo che potrebbe costarle la vita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.