Reggio Emilia, senza patente investe volontariamente il vicino e lo uccide

Uomo senza patente investe volontariamente il vicino e lo uccide. E’ questo il tragico epilogo di un rapporto difficile tra vicini di casa. L’omicida è Lamberto Alberti, 50 anni, il quale avrebbe investito volontariamente il vicino Umberto Barani, 65 anni. E’ accaduto a Case Melli, vicino Castelnuovo Sotto, in provincia di Reggio Emilia. I primi accertamenti dei carabinieri hanno portato alla conclusione che la morte del 65enne potrebbe non essere dovuta al caso, ma voluta dall’uomo a causa di precedenti dissapori tra i due.

Le prime indagini portano a prendere in considerazione la possibilità che si tratti di omicidio volontario ai danni del vicino di casa. Le rilevazioni effettuate dai carabinieri della stazione di Guastalla hanno rivelato che Alberti era alla guida della sua Opel Frontera quando, dopo una lite con il vicino, ha speronato la sua auto facendola finire nel canale. La vittima, accorgendosi delle intenzioni dell’uomo, ha tentato di fermarlo, finendo così investito e ucciso. Coinvolto nell’incidente è anche Mauro Barani, figlio della vittima, che ora è ricoverato presso l’Arcispedale Santa Maria Nuova: le sue condizioni non sono gravi. Alberti lo scorso mese di giugno aveva ricevuto una condanna a sei mesi di reclusione per resistenza e minacce, ai quali aggiungere quattro mesi per la guida in stato di ebbrezza alcolica, con conseguente ritiro della patente. La pena, al momento del presunto omicidio del vicino di casa, era stata sospesa.

Il 50enne era stato più volte segnalato alle autorità competenti dai residenti di Case Melli in quanto ritenuto pericoloso. Ora l’uomo è stato arrestato dai carabinieri per l’ipotesi di omicidio volontario. Al momento del fermo era in evidente stato di alterazione psicofisica, dovuto a quanto pare all’abuso di alcolici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.