Cacao in crisi: la produzione non aumenta, i prezzi alle stelle

La coltivazione del cacao non è affatto semplice, anzi, al contrario, è molto complicata. La produzione e l’ offerta di cacao sono tali da non riuscire a soddisfare la domanda del consumatore tipo di cacao. La conseguenza della mancata soddisfazione alla richiesta del cacao sarà un vertiginoso aumento di prezzo.

Nuove notizie sulla previsione dell’aumento del costo del cacao arrivano direttamente da fonti più che attendibili. Il Wall Street Journal ha recentemente sondato il terreno. Una curiosa inchiesta del noto quotidiano afferma che il prezzo non smetterà di aumentare nei prossimi anni. Non solo la domanda è in crescita, ma ci sono in gioco nuovi mercati . Mercati emergenti dove i consumatori pare diventeranno sempre più ricchi e competitivi. Inoltre, solo nello scorso anno, si sono consumate più di quattro milioni di tonnellate di cacao. Cifre da capogiro. Una quantità di prodotto che, rispetto a dieci anni fa, è aumentata del 32 per cento. I mercati emergenti sono esigenti e chiedono una produzione maggiore. Basti pensare solo alla Cina dove è previsto che si verificherà un aumento della richiesta del cinque per cento annuale fino al 2018. Ma la domanda di cacao non aumenta senza conseguenze sul prezzo. Solo nel corso di un paio di mesi, il costo è aumentato di ben nove punti. Il nove per cento in più rispetto allo scorso anno. L’ organizzazione internazionale del cacao , che controlla fin dal 1960 l’andamento del mercato, ha previsto eventi che non delizieranno molto gli appassionati del cioccolato: nei prossimi cinque anni la domanda supererà di gran lunga l’offerta e, quindi, la produzione sarà in netto calo rispetto alla esigenza del mercato. Ancora secondo il giornale internazionale pubblicato a New York, i principali produttori come Nestlé o Mars Inc. saranno presto costretti a trovare una risposta alla richiesta del consumatore. Una delle soluzioni tipiche adottate in circostanze analoghe a questa è l’aumento del prezzo del prodotto. Il cioccolato potrebbe sicuramente aumentare di prezzo e, nello stesso tempo, subire una diminuzione nella dimensione della barretta o, ancora peggio, potrebbe essere modificato nella qualità come prodotto a base di cacao. Insomma, si prevedono tempi difficili per i ciocco-cacao dipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.