Cina, assalto alla metro: terroristi accoltellano a morte 28 passeggeri

Nella stazione della metropolitana di Kunming, alle 21 ore locali, un gruppo di terroristi armati di coltello ha ucciso 28 persone, ferendone 109

Drammatico attacco terroristico in Cina. Un gruppo di uomini armati di coltello è entrato dentro una stazione metropolitana a Kunming, nello Yunnan, e ha ucciso 28 persone. Tantissimi i feriti: 109. Nessuna rivendicazione per il momento, anche se dal governo cinese sono partite le prime accuse verso la minoranza uighura.
Orrore nella provincia meridionale dello Yunnan, in Cina. In una fermata della metropolitana a Kunming, si è verificato un attacco terroristico di particolare crudeltà: un gruppo di uomini ha mietuto almeno 28 vittime impugnando coltelli. Nell’assalto, 109 persone sono rimaste ferite. La notizia è stata diffusa da Nuova Cina, l’agenzia di stampa cinese.
L’attacco si è verificato intorno alle ore 21 locali. Al momento, non si sanno i motivi dell’accaduto, né se gli assalitori facessero parte a un gruppo o setta specifica. Ciò che si sa è che vestivano di nero, alcuni di essi in divisa. Poco dopo l’attacco, è nato un conflitto a fuoco con la sicurezza della metropolitana.
Nella zona regna il caos: il traffico è stato bloccato e le ambulanze viaggiano dalla metropolitana agli ospedali più vicini.
Nonostante, come già detto, non sia giunta ancora alcuna rivendicazione, il governo cinese ha pubblicamente accusato del fatto gli uighuri, la minoranza musulmana in Cina. Il presidente cinese Xi Jinping ha dichiarato che le forze di sicurezza dovranno eliminare con decisione tutte le attività terroristiche.
Stando alle prime indiscrezioni, nell’agguato sono morti anche cinque assalitori, mentre la polizia cinese sarebbe sulle tracce di altri cinque terroristi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.