17enne morto per uno starnuto: gli ha provocato un’emorragia cerebrale

A Middlesbrough (Inghilterra), un 17enne è morto per uno starnuto che gli ha provocato un’emorragia cerebrale. Una morte tragica quella dell’inglese Liam Andrews. Uno starnuto letale gli ha provocato un’emorragia cerebrale che gli è costata la vita.  Un attacco che lo ha colpito all’improvviso con sei starnuti, uno dopo l’altro: una pressione che la testa del 17enne non è riuscito a contenere. Subito dopo, ha iniziato a vomitare davanti alla madre. Quest’ultima ha chiamato i soccorsi. Purtroppo per Liam Andrews, però, non c’è stato nulla da fare: quattro giorni dopo è morto in ospedale. L’intervento chirurgico per eliminare il grumo di sangue formatosi nel cervello non è servito. La madre di Liam, scioccata, ha spiegato così ai media: “Non avrei mai immaginato che qualcosa di così semplice come un paio di starnuti potesse uccidere un ragazzo sano. Non c’era nulla che potesse indicare che qualcosa di simile sarebbe accaduto – ha proseguito la signora Andrews – Non ci potevo credere. Ho chiesto un post mortem specializzato per capire le cause“. Tuttavia, il 17enne ha continuato a vivere salvando dei ragazzi attraverso la donazione degli organi: il suo cuore, il fegato, il pancreas e i reni hanno salvato ben sei persone. La madre si dice orgogliosa del ragazzo che, solo sei mesi prima, le aveva detto che avrebbe voluto donare gli organi. Purtroppo per lui, la donazione è arrivata prima del previsto. Un gesto altruistico quello del giovane Liam, morto per uno starnuto che gli ha provocato un’emorragia cerebrale. Una sorta infausta quella del giovane Liam Andres, che vivrà per sempre nei cuori di molti inglesi per merito della sua bontà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.