Pozzallo, arrestato il boss Aldo Gionta: duro colpo per la camorra

È stato arrestato il boss della camorra di Torre Annunziata Aldo Gionta. L’uomo stava per imbarcarsi da Pozzallo (in provincia di Ragusa) per Malta. Assieme alla complicità di tre persone – incensurate – il boss voleva andare in viaggio a Malta. Si stava fingendo un comune turista, desideroso di visitare la località insieme alla finta compagna e una coppia di amici. I carabinieri non sono caduti nel tranello: hanno bloccato e arrestato Aldo Gionta, 42 anni, figlio del boss Valentino (attualmente in carcere: sta scontando l’ergastolo). Duro colpo per la camorra.

Arrestato l’attore di Gomorra: era stato coinvolto in una rissa – LEGGI QUI

L’arresto di Aldo Gionta è avvenuto a Pozzallo dopo una ricerca che durava dal 6 giugno: il boss era latitante da questa data. Ancora ricercato il figlio Valentino junior, 23 anni. Arrestati per favoreggiamento i tre complici. Aldo Gionta era in possesso di un documento falso. La sua vera identità è stata poi confermata dalle impronte digitali. I Gionta sono la cosca dominante di Torre Annunziata. Alleati dei Nuvoletta di Marano fin dagli anni ’80 contro la Nco (Nuova Camorra Organizzata) di Raffaele Cutolo.

Torre Annunziata, fratelli uccisi nella notte – LEGGI QUI

Valentino Gionta senior è stato anche condannato perché mandante dell’omicidio di Giancarlo Siani. Quest’ultimo fu un giornalista che per anni lottò contro la camorra e il malaffare. Per chi non conoscesse la sua storia, è stata ricostruita con precisione dal film Fortapasc. Dunque, a Pozzallo è stato arrestato il boss di Torre Annunziata e la camorra pensa già alla prossima mossa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.