Milano, uomo dirotta un autobus

Grande spavento ieri sera a Milano, dove un uomo di 37 anni, Daniele P., di professione giardiniere, ha dirottato un autobus.

All’origine del gesto dell’uomo, che per fortuna non ha avuto conseguenze né sui passeggeri, né sul personale Atm, ci sarebbe un litigio con la sua convivente, a seguito del quale il giardiniere avrebbe bevuto fino a non essere più lucido, tanto da scendere in strada con in tasca una pistola, un revolver Smith & Wesson calibro 38, illegalmente detenuta.

L’episodio è avvenuto intorno alle 22 in viale Fulvio Testi, secondo le testimonianze, l’uomo, incensurato, è salito sull’autobus 31 e puntando una pistola contro l’autista, gli avrebbe intimato di andare direttamente a Cinisello Balsamo senza effettuare fermate intermedie.

Il conducente obbedisce a quanto ordinato dall’uomo, mette in moto l’autobus e parte, ma riesce a schiacciare il pedale che dà l’allarme in situazioni di pericolo o emergenza, e subito la centrale Atm avvisa le forze dell’ordine. Il mezzo pubblico si ferma alla fermata successiva, in via Santa Monica, qui salgono una quindicina di persone che da subito capiscono che c’è qualcosa che non va. Come in una scena da film, sbuca alle spalle del dirottatore un brigadiere del nucleo radiomobile dei carabinieri, che lo afferra e lo trascina in strada. L’uomo viene bloccato e arrestato con l’accusa di violenza privata aggravata e detenzione e porto abusivo d’arma, infatti la pistola è risultata intestata a uno zio morto, inoltre, nell’appartamento del giardiniere i militari hanno trovato una seconda arma con circa 180 proiettili.

Giusy Cerminara

2 responses to “Milano, uomo dirotta un autobus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.