Oggi per 150mila italiani arriva la Busta Arancione dell’Inps: tutti i dettagli

Oggi martedì 26 aprile 2016, per un bel numero di Italiani arriverà la busta arancione. Di cosa si tratta? Oggi centocinquanta mila italiani, riceveranno, questa busta di colore arancione, dove è contenuta un’importante informazione riguardante la pensione. La busta infatti, conterrà le indicazioni per l’uscita dal lavoro e quanto ammonterà la pensione in senso economico. Le buste saranno inviate a persone casuali scelte automaticamente dal sistema, in base all’età e alla professione svolta. Una simulazione quindi, che prevede l’arrivo di 150mila buste arancioni, in comuni pilota, su tutto il territorio nazionale. Tutti coloro che non sono registrati e non hanno un pin dell’Inps o dello Spid, con relativa password potrebbero ricevere la busta.

In quanto al contrario chi è registrato può accedere e verificare tutta la situazione contributiva direttamente dal sito dell’Inps. Nei giorni scorsi l’annuncio di queste spedizioni, ovviamente parliamo di simulazioni standard dell’assegno di pensione e della data di uscita dal lavoro.

NOVITA’ PENSIONI IL PART-TIME AGEVOLATO CON ORARIO RIDOTTO

Le buste arancioni sono rivolti a 7 milioni di lavoratori del settore privato, cioè come detto in precedenza quelli che non hanno mai utilizzato il portale dell’istituto previdenziale. Successivamente la busta arancione sarà inviata anche a tutti i dipendenti pubblici e dopo a tutti gli altri lavoratori. Vediamo quindi quali i dati che saranno contenuti all’interno della busta: sono dati semplici e immediati.

NOVITA’ PENSIONI: I GIOVANI POTREBBERO ESSERE PENALIZZATI

La data di accesso alla pensione, l’importo della pensione che riceverà il lavoratore e quanto mancherà, in percentuale, nella pensione, rispetto a quello che è stato il nostro ultimo stipendio. Tale tasso potrebbe risultare anche al di sotto del 50%. Insomma se ricevete la busta arancione dell’Inps non spaventatevi non è una tassa o una multa, ma semplicemente un riepilogo della vostra situazione e previsione della fine del vostro rapporto di lavoro. Tutte le notizie della legge di stabilità e le novità è possibile leggerle nel nostro articolo cliccando qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.