Zone rosse e zone arancioni ultime notizie: i possibili cambiamenti di oggi

Covid 19

E’ atteso per oggi il nuovo monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute che potrebbe fissare nuove regole anti contagio per le varie regioni alle prese con la seconda ondata di Coronavirus. Alcune sperano di passare dalla zona rossa a quella arancione, altre in zona rossa temono di finirci a causa del continuo aumento dei contagiati. Zone rosse e zone arancioni ultime notizie: scopriamo insomma i possibili cambiamenti di oggi alla luce delle prime indiscrezioni che stanno emergendo e che però, lo ribadiamo, troveranno conferma soltanto nelle prossime ore.


Zone rosse e zone arancioni ultime notizie: i possibili cambiamenti di oggi

Piemonte e Lombardia, le prime insieme a Calabria e Valle d’Aosta a finire in zona rossa, sperano in un miglioramento della loro situazioni. La curva dei contagi è in diminuzione da un paio di settimane e la speranza è quella di passare dalla zona di massima criticità a quella arancione che prevede regole meno severe per gli spostamenti.

In generale l’Rt, ovvero l’indice su cui si basa il Governo per inserire le regioni in una zona oppure in un’altra, è più basso per tutte. Ma è impossibile pensare che tutte le regioni saranno inserite in fasce meno “stringenti” soprattutto perché per uscire dalla zona arancione o rossa non basta avere un Rt basso, ma serve mantenerlo per almeno due settimane.

Tra le regioni in zona rossa che probabilmente non avranno alcun benefici dalle nuove decisioni del Governo c’è la Toscana. Anche qui la curva dei contagi si è abbassata ma occorrerà mantenere questi parametri per almeno altri sette giorni prima di sperare di cambiare colore. Difficile che scendano in zona arancione anche la Valle d’Aosta, la Calabria e la provincia di Bolzano che attualmente continuano ad affrontare numeri poco incoraggianti.

Zone rosse e zone arancioni ultime notizie: Basilicata, Sicilia e Puglia a rischio

Ci sono regioni che rischiano di passare dalla zona arancione a quella rossa. Sono Basilicata e Puglia che continuano a fare i conti con numeri di contagi davvero molto alti. La situazione negli ospedali è molto delicata, bisognerà vedere cosa deciderà di fare il Governo nella giornata di oggi, per preservare la salute pubblica. In forte difficoltà anche la Sicilia, con ospedali quasi al collasso e numeri sempre in aumento.

Il Natale si sta avvicinano ma la situazione non è purtroppo rosea in tutta Italia. Difficile, insomma, pensare che il Governo allenti la presa proprio adesso che i primi risultati si stanno cominciando a vedere, in termini di diminuzione di rischio dei contagi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.