Zona gialla rafforzata e zona arancione: l’Italia dal 7 al 15 gennaio 2021

Non ne usciremo sicuramente migliori, ma fortemente turbati e disorientati. Stare dietro a questi continui cambiamenti di zone, di colori e di cose che si possono fare o meno in Italia nell’era del covid 19, è una missione davvero impossibile. Oggi 7 gennaio 2021 tutta Italia entra in zona gialla rafforzata ( eccezion fatta per i luoghi in cui sindaci o presidenti di regione hanno proclamato le zone rosse ristrette). Si resta in zona gialla rafforzata per la giornata di oggi, e per quella di domani, 8 gennaio 2020. Il 9 e il 10, giornate di fine settimana, l’Italia passa invece in zona arancione. Poi da lunedì 11 a venerdì 15 si tornerà in zona gialla rafforzata e, teoricamente, dopo il prossimo fine settimana, dovremmo sapere cosa cambia per il nostro paese, forse con la scelta di selezionare nuovamente le regioni e iscriverle nelle aere di appartenenza, in base ai dati raccolti in due settimane di lavoro.

Questo quindi al momento lo scenario che aspetta il nostro paese. Ma che cosa si intende per zona gialla rafforzata e che cosa si potrà fare in questi giorni?

Italia in zona gialla per una settimana: cosa si può fare e cosa no

Dal 7 al 15 gennaio l’Italia sarà in zona gialla. Varranno quindi le regole che le regioni con il rischio più basso hanno già conosciuto nelle scorse settimane, come l’apertura di bar e ristoranti fino alle 18 e la possibilità di uscire dal proprio comune. Si aggiunge però un “rinforzo”: sarà vietato spostarsi da una regione all’altra se non per motivi di salute, lavoro o necessità.

Dalla zona gialla alla zona arancione le fine settimana

Nel weekend le misure saranno più strette: si passerà alla zona arancione. Resterà valida la possibilità di far visita a parenti e amici una volta al giorno e al massimo in due persone. Gli studenti toneranno in classe in alcune regioni oggi, nella maggior parte delle regioni da lunedì. A tornare in classe saranno prima i bambini e poi i ragazzi, per le scuole superiori, il rientro a scuola sarà infatti graduale.

In zona arancione valgono sempre le stesse regole. Ci si può spostare da un comune all’altro solo per necessità, i negozi restano aperti come sono aperti anche i bar; aperti anche parrucchieri e centri estetici. Rinfreschiamo la memoria

Qui un approfondimento con il calendario per il rientro a scuola

Inoltre dall’11 gennaio potrebbero variare anche i colori delle regioni in base ai dati raccolti che riguardano appunto l’andamento dei contagi ( e i famosi 21 indicatori che determinano il colore di una regione). Per cui si potrebbero avere delle nuove ordinanze del ministro Speranza per il fine settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.