Dal 16 gennaio ci sarà anche la zona bianca: le regole per le regioni in questa aerea

La zona bianca si farà e ci sarà. Adesso però bisognerà capire quali regioni potrebbero rientrare in questa area, a fronte di contagi che aumentano sempre di più, di terapie intensive al collasso e di un numero di morti che non sembra voler diminuire. Più di 90 mila le persone morte in Italia da quando l’emergenza coronavirus è iniziata. Grazie ai vaccini però, pare si possa vedere la luce in fondo al tunnel, e la zona bianca rappresenterebbe proprio questo barlume di speranza.

La zona bianca sarà una sorta di premio per quelle regioni che riusciranno tagliere il traguardo, la missione non è semplice: queste regioni dovranno riuscire a riportare l’epidemia sotto controllo. Rt, cioè l’indice di contagio sotto 1 e tasso di incidenza di contagi ogni 100.000 abitanti non superiore a 50, oltre alla classificazione a basso rischio. Per il momento la regione più vicina è la Toscana, unica classificata a basso rischio nell’ultimo monitoraggio dell’Iss, ma dove il tasso di incidenza è ancora tre volte superiore a quello richiesto. Sarebbe forse la sola regione che potrebbe rientrare in questa fascia.

Nelle regioni che otterranno l’ingresso in zona bianca verranno sostanzialmente abolite tutte le restrizioni. Cosa si potrà fare e cosa non si potrà fare in queste regioni che rientreranno in zona bianca? Ricordiamo in ogni caso che, stando al nuovo DPCM, sarà comunque vietato muoversi da una regione all’altra, a prescindere dal colore, se non per motivi lavorativi, di salute, rientro nella propria residenza e simili.

Vediamo tutte le indicazioni per la zona bianca.

Arriva la zona bianca nel nuovo DPCM: quali sono le regole in queste aree?

In zona bianca resterà obbligatorio l’uso della mascherina sempre e il distanziamento ma gli spostamenti saranno totalmente liberi, non si dovrà più rispettare il coprifuoco dalle 22 alle 5;

buone notizie per bar e ristoranti che torneranno ad aprire la sera ovviamente nel rispetto delle misure di sicurezza. Shopping sempre possibile: aperte tutti i negozi e i centri commerciali nel weekend. Attenzione anche alla scuola: nelle regioni in zona bianca si tornerà sui banchi di scuola in presenza, per tutti i gradi, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado.

Ma la vera novità nella zona bianca riguarda anche altre attività. Infatti nelle regioni che entreranno in zona bianca, non ci saranno più restrizioni anche per il mondo dello sport con la riapertura di palestre, piscine, sport di squadra e di contatto . Buone notizie anche per la cultura: riapertura anche per cinema, teatri, musei, mostre, convegni, fiere. Anche gli incontri saranno liberi mantenendo però obbligo di mascherina e distanziamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.