Zona rossa e zona arancione: quali regioni a rischio potrebbero cambiare colore dal 15 febbraio

restrizioni covid-19, distanza sociale

Quali regioni potrebbero cambiare colore da lunedì 15 febbraio 2021? Mentre si attende di scoprire quanto accadrà dalla prossima settimana, attraverso i dati di monitoraggio dell’Iss-Ministero della Salute, si può già fare qualche ipotesi. Ci sono delle regioni che potrebbero diventare zona rossa e altre che potrebbero passare da zona gialla a quella arancione. Come sempre, la comunicazione ufficiale arriverà nel pomeriggio del venerdì, quindi domani, 12 febbraio 2021, sapremo quello che accadrà poi da lunedì ( ma non è detto che questa settimana si possa anticipare e far cambiare di nuovo colore da domenica). Attualmente a rischio sembrano essere Umbria, Abruzzo, Toscana, Campania e Molise.

Il motivo per il quale si teme che il cambio di colore possa essere anticipato è San Valentino. Per questa domenica infatti, i ristoranti hanno fatto il pieno e si pensa che il CTS possa decidere di anticipare le chiusure per evitare rischi proprio nel giorno degli innamorati, il 14 febbraio.

ZONA ROSSA, ZONA ARANCIONE E ZONA GIALLA: QUALI SONO LE REGIONI CHE POTREBBERO CAMBIARE COLORE

Ci saranno dei cambiamenti di colore per le regioni d’Italia dalla prossima settimana. Quasi tutto il nostro Paese ora è in zona gialla. Ma questa situazione non è destinata a durare nel tempo. Facendo un quadro di tutte le regioni, al momento sono in zona rossa i cittadini che vivono in Alto Adige, nei 50 comuni di Perugia, nei 6 di Terni e nei 27 della regione Molise. È atteso ora il report del monitoraggio settimanale sui contagi del Covid-19. In base a come l’emergenza sanitaria si sta evolvendo, si deciderà quali regioni e province autonome cambieranno colore dal prossimo lunedì 15 febbraio 2021 ( a meno che non si opti all’ultimo momento per un cambi di colore dal 14 febbraio). Attualmente l’attenzione è puntata sull’Umbria, in cui circa 60 comuni sono in zona rossa dallo scorso lunedì, poiché si sono registrati dei focolai legati alle varianti inglese e brasiliana. Il resto della regione è in zona arancione. Si pensa che tutti i suoi comuni si ritroveranno a gestire le restrizioni più rigide, con lo scopo di tenere sotto controllo i contagi e far calare la pressione sulle strutture ospedaliere.

A rischio sono anche Molise e Abruzzo, dove i casi sono notevolmente aumentati. Dunque, queste due regioni potrebbero passare da zona gialla a quella arancione. Ci sono dubbi per quanto riguarda la Toscana, che potrebbe ritrovarsi nella stessa situazione delle due regioni precedenti. A preoccupare sono le varianti che si stanno propagando velocemente nell’area di confine con l’Umbria. Infatti, Chiusi, comune in provincia di Siena, è già in zona rossa. La Campania è, invece, un’altra regione che rischia di diventare zona arancione.

Nel frattempo, si continua a parlare degli spostamenti tra Regioni. Proprio oggi verrà annunciato cosa accadrà nei prossimi giorni, visto che il blocco è in vigore fino al prossimo 15 febbraio. Le prossime ore saranno quindi decisive per capire cosa succederà nel nostro paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.