Bimba di 18 mesi investita dalla macchina guidata dal papà: soccorsi inutili, non ce la fa

Una vera tragedia questa mattina: una bambina di 18 mesi è stata travolta e uccisa dalla macchina guidata da suo padre
ambulanza news foto

Nel giorno di Ferragosto una tragedia di cui non avremmo voluto parlare. Dopo la drammatica morte di una ragazza di 26 anni di Torino in Francia, dove si trovava in vacanza, oggi in Italia un’altra tragedia. Questa volta purtroppo, a perdere la vita una bambina di soli 18 mesi. I fatti sono successi a Tombelle, una frazione divisa tra i comuni di Saonara nel Padovano e Vigonovo nel Veneziano. Erano circa, le 11.20 in via Carlo Magno quando una bambina di un anno e otto mesi è stata investita dall’auto guidata dal padre. L’uomo, stava effettuando una manovra al volante della sua macchina. Per i familiari, sono stati  attimi di vero terrore, quelli successivi all’incidente.

I genitori della bambina hanno subito chiamato i soccorsi, rendendosi conto della gravità di quello che era accaduto.  A gestire l’emergenza è stata la centrale del 118 di Mestre che ha inviato sul posto l’elicottero oltre all’ambulanza e all’auto medica da Dolo. Purtroppo i soccorsi, arrivati in modo tempestivo sul posto, non sono serviti a salvare la vita della piccola, morta sotto lo sguardo attonito e disperato dei suoi genutori.

E’ morta la piccola travolta dalla macchina guidata dal papà

Arrivati sul posto i medici e gli infermieri del Suem hanno tentato il tutto per tutto per salvare la vita della piccola che è apparsa subito in gravissime condizioni. Il grande lavoro dei soccorritori , i tentativi di rianimazione: nulla è servito per salvare la piccola che purtroppo è deceduta. Ha riportato infatti lesioni troppo gravi, sarebbe infatti, stata schiacciata dal mezzo durante l’incidente. Il padre della piccola è sotto shock.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri da Vigonovo e da Chioggia per i rilievi del caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.