Lascia sua figlia da sola su un lido: si apparta con un uomo ubriaca. Denunciata

Una bambina di dieci anni è stata lasciata da sola per tutto il pomeriggio da sua madre su un lido. La donna era ubriaca e si era appartata con un uomo
bimba lasciata sola como

Dopo quello che è successo alla piccola Diana, lasciata da sola in casa per sei giorni da sua madre e morta di stenti, nulla stupisce più. Ma fa sempre orrore sapere che ci sono madri capaci di lasciare da soli i loro figli. E’ successo di nuovo e la storia viene raccontata dal quotidiano La provincia di Como. Questa volta una donna ha lasciato la figlia di dieci anni da sola, per l’intero pomeriggio. Secondo quanto si legge sul giornale lombardo, la donna si sarebbe ubriacata e poi si sarebbe allontanata con un uomo. La protagonista di questa triste storia è una donna russa di 40 anni residente a Segrate; è stata denunciata dalla polizia di Como per abbandono di minore e atti osceni in luogo pubblico. Il fatto risale a domenica ma è arrivato alla stampa nazionale poche ore fa.

Bimba di dieci anni lasciata da sola dalla madre

Secondo la prima ricostruzione dei fatti, la donna insieme a sua figlia è arrivata al lido “Giulietta al lago” nel primo pomeriggio. Si è poi più volte allontanata e, come hanno raccontato i presenti, era in evidente stato di ebbrezza. In una occasione, si sarebbe quindi appartata con un uomo e lasciando sempre la bambina sola. A un certo punto, intorno alle 19, vedendo che sua madre questa volta non tornava, la bambina, si sarebbe messa a piangere. I gestori del lido se ne sono accorti, si sono fatti spiegare la situazione e hanno chiamato la polizia. Gli agenti hanno dovuto attendere una quarantina minuti prima di rintracciare la donna a un centinaio di metri da dove la bambina era stata lasciata. E’ stata accompagnata in questura, dove si è rifiutata di dare le sue generalità. E’ stata la bambina a dire come si chiamavano sia lei che sua madre.

La donna è stata denunciata per una serie di reati, dall’abbandono di minori agli atti osceni in luogo pubblico, al rifiuto di fornire le generalità, per essere senza documenti e per ubriachezza molesta.  La bambina, sentito il tribunale dei minori, è stata invece affidata a una vicina di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.