Donna segregata in casa in Molise: i parenti parlano e mostrano la “vera” stanza in cui stava

I parenti della 67enne che dice di esser stata segregata in casa per 22 anni parlano in tv e smentiscono le sue parole
donna segregata in casa campobasso

Non vogliono passare per aguzzini e non hanno nessuna intenzione di essere accusati per qualcosa che non hanno fatto. Questa è la versione dei fatti del fratello della donna che ha raccontato di esser stata segregata in casa per 22 anni in Molise. La storia partita da Casalciprano, paesino di meno di mille anime, ha fatto il giro dell’Italia, finendo sul telegiornale e diventando una delle più discusse nei programmi di cronaca nera. C’è una donna che racconta di esser stata segregata in casa per 22 anni, di maltrattamenti, di violenze e ci sono due persone, suo fratello e sua cognata che negano ogni accusa. Oggi i due hanno mostrato a Pomeriggio 5 la camera in cui la signora, secondo il loro racconto, viveva. In realtà il fatto che la signora avesse passato molto tempo in quella stanza da letto ( una normalissima stanza con bagno e doccia), lo avevano confermato anche i vicini di casa, che hanno raccontato di aver parlato per anni con lei dalla finestra. E la finestra è proprio la finestra di quella stanza. Una camera da letto con un letto matrimoniale e un bagno normalissimo, come viene mostrato nella trasmissione di Canale 5.

Secondo quello che è stato il racconto della donna segregata, nell’ultimo periodo, era stata portata in un altro posto, una specie di cantina. Si tratta di una cucina rustica dove la proprietaria di casa, come ha spiegato in tv, prepara le conserve, cucina la salsa e ha anche la lavatrice. Ma la donna e suo marito negano di aver fatto del male alla vedova e dicono anche che probabilmente le accuse sono state fatte perchè la donna non è più lucida.

Parlano cognata e fratello della donna segregata a Campobasso

Ci trattano come dei delinquenti e noi non abbiamo fatto nulla” dice la signora nella sua intervista con il giornalista Vito Paglia, confermando che ha sempre trattato sua cognata come una sorella. Il fratello della vedova ha detto di aver saputo di quello che la donna aveva detto dalla tv. Non si ricorda neppure il momento preciso, nessuno li aveva avvisati di quello che stava succedendo. “Io non ho mai usato violenza” ha detto l’uomo. Nel frattempo però ci sono altre testimonianze di persone che raccontano ai giornalisti che la donna veniva picchiata e che per anni ha subito maltrattamenti.

Saranno le forze dell’ordine a capire quello che davvero è successo in quella casa, con le indagini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.