New York Times on line, dal 28 marzo diventa a pagamento

Dal 28 marzo qualcosa cambierà per gli americani che leggono on line il New York Times. Infatti non avranno più la possibilità di leggere su internet le notizie scritte sul portale in modo gratuito: se vorranno farlo dovranno pagare. Dal 28 marzo 2011 per il New York Times on line dunque nulla sarà come prima.Cosa bisognerà fare quindi per leggere un articolo pubblicato su uno dei più importanti news papers americani? Ci sono diversi tipi di abbonamento previsti per chi voglia consultare il portale. Vediamo qualche dettaglio su come fare per leggere gli articoli del NYT.

Si potrà scegliere la modalità di abbonamento mensile. L’offerta base prevede una spesa di 15 dollari. Se invece si vuole spendere qualcosina in più e avere anche altri tipi di contenuto con 20 dollari al mese si potrà accedere alla edizioni digitali e anche all’applicazione per l’I- Pad. E infine il pacchetto completo che include tutto costerà a chi deciderà di acquistarlo 35 dollari al mese.

E chi invece non vuole fare un abbonamento? Oppure se ci fosse  un lettore italiano che una tantum volesse leggere un articolo come dovrebbe fare? Potrebbe farlo? Si… Chi non è abbonato infatti può consultare gratuitamente un massimo di 20 articoli pubblicati sul sito del New York Times. Si dice che sia un esperimento ma quanto potrebbe essere invece il sintomo di una crisi che si vuole cercare in tutti i modi di nascondere?

In ogni caso si partirà dal 28 marzo 2011…Aspetteremo qualche mese per avere i dati economici di questo esperimento e vedremo quanto gli americani lo avranno gradito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.