Stati Uniti: viveva con la madre morta da un anno

Negli Stati Uniti, un regista di film horror 34enne viveva in casa con il cadavere della madre morta da più di un anno. Si chiama Timothy, viveva a Tombstone, in Arizona, ed è stato arrestato dopo la macabra scoperta. Secondo il “Mail Online” il ritrovamento del cadavere è avvenuto quando un ufficiale è andato a casa di Jill Fattig, 68 anni, padre del regista, per controllare lo stato di salute. Ma nessuno risponde alla porta e allora interroga il figlio Timothy, che sostiene che la madre si trovi in un ospedale di Tucson. Ma il regista horror non è stato abbastanza convincente, evidentemente.

Così le autorità hanno fatto pressione sull’uomo, che si è visto costretto a confessare che la madre era deceduta da un anno. Quando la polizia è andata ad indagare nella casa dell’uomo si sono accorti della situazione, che ha dell’incredibile: Timothy viveva con il corpo della madre, ormai in stato di decomposizione.

Il regista, ha dichiarato che la morte della madre lo ha segnato profondamente, e in un’ottica di non rassegnazione, non è mai riuscito a segnalare la morte della donna alle autorità. Adesso per lui l’accusa è di omicidio colposo,ma sarà l’autopsia a dire l’ultima parola sul fatti: se la donna fosse morta per cause naturali, Timothy sarà accusato solamente di omessa segnalazione di una morte.

Sara Moretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.