Giappone: errore nella stima delle radiazioni

Una fusione parziale delle barre di combustibile del reattore 2 della centrale nucleare di Fukushima, sta comportando la perdita d’acqua altamente radioattiva contaminata.

Al largo dell’isola Honshu giapponese nel frattempo si è registrata una nuova scossa di terremoto pari a 6.5 della scala Richter, a nord est del paese, come riferito dall’Istituto americano di Geofisica accompagnato, secondo Reuters, da un nuovo allarme tsunami emesso dalle autorità.

Gli errori nei dati sulla radioattività da parte del gestore della centrale nucleare, Tepco, di Fukushima sono stati “assolutamente imperdonabili”. Lo ha detto oggi il portavoce del governo, mentre le operazioni per prevenire una catastrofica fusione nucleare continuano tra le difficoltà.

Gli ingegneri stanno combattendo per tenere sotto controllo i sei reattori del complesso di Fukushima, danneggiato dal terremoto dell’11 marzo e dal successivo tsunami, che hanno causato più di 27.000 tra morti e dispersi.

La Tepco aveva già effettuto misurazioni dei livelli di radioattività dell’acqua trovata nella sala turbine dell’impianto, nella centrale nuclerae Fukushima, riscontrando valori 100 mila volte superiori alla norma, non 10 milioni di volte come inizialmente era stato detto. La commissione per la sicurezza nucleare ha informato il governo che “si ritiene che vi sia stata una perdita di acqua che, nella gabbia di contenimento, è entrata in contatto con le barre di combustibile parzialmente fuse”. “Da un lato penso che gli operai che lavorano all’impianto siano piuttosto stanchi”, ha detto il capo di gabinetto Yukio Edano ad una conferenza stampa. “Ma i test sulle radiazioni sono fatti per prendere decisioni sulla sicurezza e per questo questi errori sono assolutamente imperdonabili”.

“Le radiazioni sono principalmente contenute nella struttura di contenimento del reattore. Dobbiamo fare in modo che quest’acqua non esca nel terreno o nel mare”, ha detto Edano.

L’innalzamento dei livelli radioattivi ha comportato una sospensione dei lavori nel reattore durante il weekend; gli esperti ritengono che il Giappone dovrà combattere una lunga battaglia per cercare di contenere la crisi nucleare più pericolosa degli ultimi 25 anni.

Il controllo della radioattività nella centrale nucleare si fa sempre più rischioso e difficile.

Giusy Cerminara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.