Terremoto Giappone provoca altre vittime e altre fughe da una centrale

Il Giappone torna a vivere l’incubo dell’11 Marzo. A meno di un mese di distanza i giapponesi rivivono un’altra tremenda scossa di terremoto, seguita dall’allarme tzunami, revocato circa dopo un’ora e seguita dall’allarme nucleare, ma anche nelle centrali sembra essere, secondo le ultime notizie, tutto sotto controllo: è quanto ha rivelato la società che gestisce l’impianto atomico.

Ieri si è verificata un’altra violenta scossa di terremoto in Giappone, per cui si è temuto anche un nuovo tzunami, ma quest’allarme è stato poi scongiurato. Il sisma è stato registrato alle 23.32 in Giappone, in Italia erano circa le 16.30. Il bilancio del terremoto per adesso, è di 4 morti e centinaia di feriti, almeno 140. La nuova scossa ha risollevato la paura in Giappone: il terremoto infatti ha provocato delle fughe ad una centrale nucleare, questa volta quella di Onagawa. In questo caso la società che gestisce l’impianto non è la Tepco, bensì dalla Tohoku Electric Power, che ha assicurato che non ci dovrebbero essere livelli di interattività fuori dall’ordinario.

Il sisma ha colpito il Giappone, a una profondità di 49 km. L’epicentro è stato localizzato nell’Oceano Pacifico a circa 60 chilometri dalla città di Sendai. L’allerta tsunami, immediatamente diramato, reduci dall’ultimo terribile terremoto, è stato revocato circa un’ora dopo. Tra le zone più colpite dal terremoto troviamo Miyagi e Yamagata. In queste due prefetture sono già stati contati tre morti, dai 60 agli 85 anni. Anche nella città di Tome c’è stata una vittima: si tratta di una donna di 83.

Le condizioni di alcuni degli individui rimasti feriti, sono anche gravi.

Sara Moretti

One response to “Terremoto Giappone provoca altre vittime e altre fughe da una centrale

  1. The following time I learn a blog, I hope that it doesnt disappoint me as much as this one. I imply, I know it was my option to read, however I really thought youd have something interesting to say. All I hear is a bunch of whining about one thing that you might fix in the event you werent too busy looking for attention.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.