New York: giovane ucciso sotto l’indifferenza dei passanti


E’ accaduto a New York, in un fast food di Brooklyn l’uccisione di un ragazzo ripresa dalle telecamere del locale. Il video mostra in diretta il terribile omicidio avvenuto con due colpi di pistola sparati a bruciapelo contro il giovane il quale cade a terra dimenandosi e contorcendosi dai dolori. Una scena questa, che avrebbe dovuto far scattare prontamente i primi soccorsi e invece, il delitto pare si sia consumato sotto gli occhi dei frequentatori del locale i quali hanno assistito all’agonia del ragazzo e alla sua morte senza batter minimamente ciglio e senza provare a prestargli le cure necessarie. Morire nell’indifferenza, questo è il prezzo che deve pagare chi vive in queste grandi città dove tutto è in movimento, dove tutto è permesso e dove nessuno è disposto ad aiutarti. E’ una vicenda gravissima quella che è successa in America, talmente scioccante che evidentemente meritava di essere sbattuta in prima pagina nonostante i dissensi ricevuti da quanti reputano quelle immagini troppo cruente per essere mandate in diretta.

Il New York Post, però, ha ritenuto giusto denunciare l’episodio e mandare in onda il video delle telecamere del fast food forse pensando di smuovere gli animi dei cittadini americani e farli riflettere sull’atto di egoismo dei passanti che, con tutta probabilità, avrebbero potuto tranquillamente evitare la morte al giovane se solo si fossero soffermati ad aiutarlo. Troppo spesso, un pò per paura un pò per incuranza la gente non è disposta ad aiutare chi soffre, magari si fa beneficenza a distanza ma non si pensa alle persone che sotto i nostri occhi ogni giorno muoiono per l’indifferenza neanche tanto velata di chi gli vive intorno. E’ giusto, allora, mandare in onda scene di omicidi in diretta perchè è giusto sensibilizzare le persone e educarle al rispetto del prossimo.

Giselda Cianciola

 


  • Tag

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close