GMG 2011, Benedetto XVI è arrivato a Madrid tra polemiche e Indignados

Sono cominciate ufficialmente le Giornate Mondiali della Gioventù con l’arrivo di papa Benedetto XVI a Madrid. Tra le mille contestazioni degli “indignados” che sanciscono legittimamente le proteste contro una situazione economica che non coinvolge solo la Spagna, ma l’intero mondo occidentale, Benedetto XVI non si è tirato indietro e ha affrontato già nel suo primo intervento, all’aeroporto di Madrid, il problema economico e sociale.

Il papa, partito ieri mattina da Ciampino, è arrivato a Madrid intorno alle 12.00. Ad attenderlo il re Juan Carlos, la regina Sofia, oltre al primo ministro Josè Luis Zapatero. Subito il papa ha toccato l’argomento che riscuote maggiore preoccupazione non solo per gli spagnoli, ma per tutti. L’economia, secondo le parole di Benedetto XVI, si trova a dover affrontare una grave crisi a causa della sua predilezione nel mercanteggiare senza inserire all’interno della sua funzione l’etica. Il papa ha sottolineato l’importanza dell’Europa nel cambiare la visione dell’economia per un bene comune e mondiale, non solo per se stessa e tra questo, l’importanza del lavoro e la protezione del pianeta.

Nel suo intervento il papa non ha risparmiato di sottolineare la preoccupazioni degli spagnoli, che sono comuni a tutti gli altri paesi che stanno affrontando in questo momento la grave crisi economica, ma ha sottolineato la grande forza d’animo degli spagnoli nel voler superare questo momento.

Ma il pontefice ha anche sottolineato che i cristiani rispettano e convivono con le altre legittime opzioni, ma chiedono il rispetto per le loro. Una richiesta più che legittima dal punto di vista della convivenza fra le diversità.

La festa per l’arrivo del papa è poi esplosa a Plaza Cibeles, nel cuore di Madrid, dove Benedetto XVI ha incontrato per la prima volta i giovani che partecipano alla XXVI GMG. Una piazza riempita da migliaia di giovani e di colori, mentre sventolano le bandiere dei 194 paesi presenti al raduno. Un altro record per queste giornate.

Una gioia mostrata da entrambe le parti, scaturita con i saluti scambiati con i rappresentanti dei giovani. Cori e slogan in favore del papa e grida di giubilo durante l’intervento del pontefice che ha salutato in varie lingue i giovani pellegrini.

Così comincia l’incontro tra i giovani e Benedetto XVI nella XXVI GMG, dedicata ad una frase di San Paolo che dice: “Radicati e fondati in Cristo, saldi nella fede”, il motto che farà da sondo all’intero raduno.

Teresa Corrado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.