Libia ultime notizie, ribelli vanno alla conquista di Tripoli

Libia ultime notizie-I ribelli libici hanno cominciato la grande offensiva per conquistare la capitale Tripoli, lo riferisce la tv Al Arabiya che cita fonti della rivoluzione. Secondo notizie non ancora verificate, i ribelli avrebbero conquistato l’aeroporto internazionale della capitale, mentre un gran numero di ribelli, se ne conterebbero circa diecimila, sono impegnati nella conquista della capitale, dopo che nei giorni scorsi, hanno preso il controllo di varie città limitrofe e interrotto gli approvvigionamenti diretti alla capitale.

L’operazione iniziata dai ribelli libici e denominata “alba della sposa del mare”, riferendosi al nome che viene dato a Tripoli identificata anche come “Sposa del mare” Mediterraneo, dovrebbe portare alla liberazione della capitale e definitiva cacciata dalla Libia del Colonnello Gheddafi.

Infatti un gran numero di persone ha abbandonato in queste ultime ore la capitale Tripoli, messa in ginocchio dalla mancanza di cibo e generi di prima necessità.

Fonti dell’amministrazione Usa hanno confermato alla Cnn che il leader libico non ha alcuna intenzione di abbandonare la Libia, e che anzi si stia preparando a difendere il suo potere fino alla fine, a differenza di quanto citato da alcune fonti nei giorni scorsi in cui si parlava di un abbandono del Colonnello per un esilio in un altro paese. Infatti, secondo le due fonti libiche, che per sicurezza restano anonime, Gheddafi non ha alcuna intenzione di abbandonare e sta preparando un’offensiva contro i civili che verrebbero lanciate dalle roccaforti che sono ancora nelle mani dei suoi fedelissimi.

Ad abbandonare il leader libico, anche il suo numero due e amico d’infanzia Abdessalam Jalloud che è fuggito da Tripoli con la sua famiglia ed è passato dalla parte degli insorti, rifugiandosi nella città di Zinten in mano agli insorti.

Ci si aspetta quindi una lunga e dura battaglia per la conquista ultima della capitale libica tra fedelissimi di Gheddafi e i ribelli che sono intenzionati a porre fine alla guerra il prima possibile.

Teresa Corrado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.