Afghanistan, attentato a base aerea Usa

Nell’anniversario dell’11 settembre, in Afghanistan due razzi colpiscono la base aerea degli Stati Uniti di Bagram. Al momento non si conoscono n è i danni e nemmeno se ci sono feriti. L’attacco, avvenuto ieri sera, non è stato ancora rivendicato dai talebani, ma la matrice sembra proprio quella.

Sempre ieri sera il secondo vicepresidente del Senato afgano, Rafiullah Afghan, è scampato ad un attentato. Il fatto è avvenuto mentre viaggiava in provincia di Kabul, a sparare contro la sua auto, alcune persone non identificate. Dopo la sparatoria gli attentatori sono riusciti a sfuggire, mentre i danni che hanno causato, si sono ridotti alla sola auto dell’uomo politico afgano che per fortuna era blindata.

Attentati erano stati previsti già nei giorni scorsi in tutto il mondo e l’allerta altissimo, soprattutto in America e nelle basi e ambasciate statunitensi sparse per il mondo, soprattutto nelle zone dove è attivo il terrorismo talebano.

Altrettanto hanno fatto i paesi dell’Europa ed anche l’Italia, ben sapendo quanta importanza riveste la data dell’11 settembre per i terroristi. Attenzione alta per tutti i siti sensibili e controlli moltiplicati in tutte le capitali o città sensibili perché la lotta ai terroristi continua. Arrestare i capi o i mandanti non significa debellare per sempre la struttura terroristica, ce lo dimostrano i fatti avvenuti dopo la cattura e morte del ricercato numero uno americano, Osama Bin Laden e di quella di quella del numero due di al Qaida. A richiamare l’attenzione sul terrorismo e su eventuali attentati, anche il ministro degli Esteri Franco Frattini, intervenendo allo “Speciale 11 settembre” in onda su Rai Uno.

Teresa Corrado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.