Notizie strane, uomo svedese vive per due mesi sotto la neve

Torna il nostro appuntamento con le notizie strane provenienti dall’Italia e dal mondo. Questa volta andiamo in Svezia per una notizia che ha davvero dell’incredibile. Un uomo viene sepolto con la sua macchina sotto la neve e riesce a sopravvivere per due mesi. Tanto è passato da quando l’uomo è rimasto intrappolato in macchina fino a quando, un altro svedese che passeggiava nel bosco ha visto la vettura. Una storia che sembra impossibile ma che è reale. L’uomo ha sopravvissuto continuando a nutrirsi e riscaldandosi con quello che ha trovato nella macchina. Vediamo i dettagli di questa storia.

Gli esperti si dividono: secondo alcuni non è possibile che un uomo possa sopravvivere per così tanto tempo in quelle condizioni. Per altri invece le riserve di grasso sarebbero sufficienti in modo da permettere a una persona di sopravvivere.

Peter Skyllberg di 44 anni è l’artigiano svedese protagonista di questa storia. E’ stato un poliziotto a trovarlo solo perchè negli ultimi giorni la neve che copriva la macchina aveva iniziato a sciogliersi. In macchina la scoperta: un uomo ridotto pelle e ossa. Come ha fatto per sopravvivere? Pare fosse coperto da un sacco a pelo e che si sia nutrito con la neve che entrava dal finestrino. L’uomo è in condizioni gravi ma non rischia la vita.

I dubbi su questa storia non mancano: possibile che nessuno abbia denunciato al sua scomparsa avvenuta, secondo quello che si crede, il 19 dicembre. Eppure si avvicinavano le festività natalizie, nessuno ha notato la sua assenza? Pare che l’uomo da anni non abbia più nessun tipo di rapporto con la sua famiglia e che quindi era facile pensare che nessuno avrebbe notato la sua assenza.

Come ha fatto a resistere al freddo? Probabilmente grazie al sacco a pelo ma anche grazie al fatto che la neve ha fatto in qualche modo da isolante e la temperatura in macchina era rimasta in ogni caso accettabile.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.