Aereo russo precipita: morte più di trenta persone

Una tragedia ha colpito una compagnia russa, la Utair. Un loro velivolo si è infatti schiantato in Siberia. Si tratta di un Atr-72, precipitato e incendiatosi oggi, poco dopo il decollo, nella Siberia occidentale. Da quello che si apprende l’aereo sarebbe caduto ad una quarantina di km da Tiumen, a circa 1.700 km a est da Mosca. La caduta e l’incendio hanno causato la morte di 32 persone, mentre 11 passeggeri sono sopravvissuti, ma le loro condizioni purtroppo non lasciano ben sperare: alcuni sono gravi, altri gravissimi. Sono tuttavia ancora sconosciute le cause dell’incidente, ma le scatole nere sono state già ritrovate. L’aereo, un bimotore turboelica della compagnia russa Utair, era diretto verso la città petrolifera di Surgut. Aereo russo precipita: ci sono almeno 32 morti

Da quanto si apprende erano 39 i passeggeri a bordo, assieme a 4 membri dell’equipaggio.I contatti con la torre di controllo sono stati persi tre minuti dopo il decollo. Il velivolo si è schiantato in un campo innevato, spezzandosi in due. Nel suo sito, Utair sostiene che l’Atr-72 ha tentato un atterraggio di emergenza. Sul posto sono stati inviati per i soccorsi oltre 200 uomini e 125 mezzi, tra cui elicotteri. Il presidente russo Dmitri Medvedev ha rinviato a domani un incontro con i rappresentanti dei partiti non registrati. Diciamo però che non è la prima volta che vi è un incidente aereo in Russia, anzi: solo nel 2011 ne sono stati registrati sei per un totale di 97 vittime (sui 28 verificatisi nel mondo, con un bilancio complessivo di 507 morti). L’ultimo incidente è avvenuto a settembre, come molti di voi ricorderanno: uno Yak-42 è precipitato in fase di decollo vicino a Yaroslavl, causando la morte di 44 persone, tra cui i giocatori della blasonata squadra di hockey su ghiaccio.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.