Lutto nel mondo del calcio: è morto Cesare Maldini, bandiera del Milan e ct della Nazionale

Una domenica mattina che inizia con una bruttissima notizia per i tifosi di tutto il mondo e non solo. Lutto nel mondo del calcio: è morto Cesare Maldini, aveva 84 anni. Maldini è stato uno degli allenatori più amati e discussi in Italia: bandiera del Milan e ct della nazionale si è guadagnato anche una imitazione divertentissima da parte di Teo Teocoli che resterà per sempre memorabile. La notizia della morte di Cesare Maldini arriva il 3 aprile 2016, in questa mite mattina di primavera. 

ll padre di Paolo Maldini aveva 84 anni e in rossonero ha vinto una Coppa dei Campioni e 4 scudetti. A darne notizia la famiglia Maldini, che in una nota “annuncia con immenso dolore la scomparsa di Cesare nella notte tra sabato e domenica”. Una carriera fatta di grandi risultati per l’allenatore: è stato vice di Enzo Bearzot nel mondiale del 1982, ha allenato l‘Under 21 (vincendo 3 Europei di categoria) e, nel biennio 1996-98, la Nazionale maggiore.

Nato a Trieste nel 1932, Cesare Maldini aveva debuttato a 21 anni con la maglia della Triestina, passando al Milan nel 1954. E’ stato il primo italiano a sollevare la Coppa dei Campioni: era il maggio ’63, a Londra, e i rossoneri avevano battuto 2-1 il Benfica di Eusebio. Tantissimi i messaggio di stima e di affetto per l’allenatore.

Non sappiamo ancora quali siano state le cause della morte. Non è ancora arrivata neppure la nota ufficiale da parte del Milan con la notizia della sua morte ma probabilmente nelle prossime ore ci saranno maggiori informazioni,

Dopo l’esperienza mondiale da Ct, «Cesarone» diventa capo coordinatore degli osservatori del Milan, siede sulla pancina rossonera come direttore tecnico di Tassotti e Terim. Nel 2001, poi, ha allenato il Paraguay portandolo ai Mondiali di Corea del 2002. Negli ultimi anni è stato anche commentatore sportivo per Al Jazeera. Non possiamo fare altro che stringerci intorno alla famiglia Maldini con le nostre più sentite condoglianze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.