Addio a Gigi Simoni è morto l’ex allenatore: lutto nel mondo del calcio

Lutto nel mondo del calcio, con una notizia che è arrivata pochissimi minuti fa. Gigi Simoni è morto all’età di 81 anni. L’addio proprio nel giorno dell’anniversario dell’Inter, squadra alla quale è stato legatissimo. Non possiamo dimenticare infatti che l’ex allenatore alla guida del club nerazzurro conquistò la Coppa Uefa. Era una squadra ben diversa da quella di oggi, ma l’allenatore riuscì a fare il massimo. In quell’anno, era il ’89 conquistò anche la panchina d’oro. A oggi vanta il record di promozioni dalla Serie B alla A: ben 7 (più una dalla B alla C come direttore tecnico). Da giocatore vinse una Coppa Italia nel ’62 col Napoli.

Le sue condizioni erano gravi da tempo quando a giugno era stato colto da un malore ed era stato ricoverato presso l’Ospedale Cisanello di Pisa. L’ex allenatore dell’Inter pare fosse stato ricoverato qualche giorno fa in ospedale a Lucca. Un peggioramento delle sue condizioni aveva reso necessario l’intervento dei medici ma purtroppo non c’è stato nulla da fare.

La notizia della morte dell’ex allenatore è stata diffusa pochi minuti fa ma sono già tantissimi i messaggi di stima e affetto arrivati sui social per Simoni e per la sua famiglia. Tantissimi i tifosi dell’Inter ma anche quelli di altre squadre che lo ricordano come un grandissimo allenatore. Tra i tanti messaggi anche quello del giornalista Massimo Caputi che su Twitter scrive: “L‘ho conosciuto agli inizi della mia carriera quando era allenatore della Lazio. Non fu solo un tecnico preparato ed esperto, era una gran bella persona, un vero signore. Ciao caro Gigi. Rip #GigiSimoni

E’ MORTO GIGI SIMONI: LUTTO NEL MONDO DEL CALCIO

Il 22 giugno scorso era stato colto da malore mentre si trovava nella sua abitazione di San Piero a Grado (Pisa) e fu costretto al ricovero. Da quel giorno sono state tantissime le testimonianze d’affetto da parte dei tifosi e di tutto il mondo del calcio che s’è stretto intorno al tecnico e alla famiglia. Monica, la moglie di Simoni, ha chiesto nonostante il grande affetto dimostrato da tutti, di avere comunque rispetto della privacy per suo marito. Poche le parole spese in questo periodo: “Continua a lottare” diceva a chi le chiedeva come stesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.