Gessica Lattuca ultime notizie, la mamma accusa Nino Ferraro lui risponde a Quarto Grado


Della scomparsa di Gessica Lattuca si continua a parlare in tutte le trasmissioni televisive. E’ un giallo di quelli che fanno discutere, un giallo pieno di punti interrogativi e di perchè. Che fine ha fatto Gessica Lattuca? Perchè manca da casa da oltre due mesi e mezzo? Perchè gli inquirenti, intercettazioni alla mano sono convinti che la ragazza fosse finita in un giro di prostituzione mentre i familiari negano ancora? Accuse contro accuse, voci di paese, indagini ancora in corso. Succede di tutto a Favara eppure di Gessica non ci sono tracce. Nella puntata di Quarto Grado in onda il 26 ottobre 2018 per la prima volta parla davanti a una telecamera Nino Ferraro, Ninì, che decide di spiegare che genere di rapporti ci fossero tra lui e Gessica. Poche ore prima, dalla trasmissione La vita in diretta, la mamma di Gessica si era scagliata proprio contro di lui e aveva detto che sua figlia quella sera era stata vista proprio in sua compagnia, anche a bordo del motorino. Puntando il dito contro di lui è arrivato persino a dire che potrebbe tenere Gessica chiusa da qualche parte.


GESSICA LATTUCA ULTIME NOTIZIE: A QUARTO GRADO PARLA NINO FERRARO E NEGA OGNI RAPPORTO CON LA RAGAZZA SE NON DI AMICIZIA 

E’ davvero una storia difficile quella di Gessica, tutti parlano ma è come se non dicessero nulla. Nino Ferraro intercettato parla con Gaspare Volpe di Gessica, del giro di prostituzione ma, ascoltato da Alessandra Borgia, giornalista di Quarto Grado nega tutto. Dice che era amico di Gessica, la portava al supermercato a comprare i pannollini per i figli ma che non aveva neppure il suo numero di telefono tanto che se serviva qualcosa era la madre di Gessica a chiamare sul suo cellulare ( la stessa donna che oggi dice che Nino Ferraro è una persona malata che potrebbe aver preso sua figlia e tenerla segregata). Dice che non sa nulla della prostituzione che Gessica era una brava ragazza, che lui e Gaspare si salutavano e basta.

L’impressione è che le persone di Favara non si rendano conto che oggi, ogni parola ha un peso, che oggi esistono delle intercettazioni che permettono di capire quante volte ci si è sentiti al telefono, intercettazioni che permettono di capire quante volte ci si trovava insieme nello stesso posto. Intercettazioni ce, lo ricordiamo, finiscono in questa indagine per altri motivi. Tutte queste prove raccolte non fanno parte in modo diretto delle indagini sulla scomparsa di Gessica ma di una indagine iniziata nel 2015 che ha portato poi anche all’arresto dell’ex datore di lavoro di Gessica, Volpe. 

E’ una storia difficile perchè tanti sanno ma dicono a mezza bocca, perchè Favara sembra essere il paese di Alice, dove non succede nulla ma tutti sanno quello che Gessica avrebbe fatto. E nel frattempo spunta anche la pista dei filmini hard, delle minacce, dei ricatti. Il tempo passa, spunta anche il nome di Lillo Cardillo, ma Gessica non si trova nè viva nè morta. 

GESSICA LATTUCA ULTIME NOTIZIE: NON ERA SUO IL SANGUE RITROVATO IN CASA DI FILIPPO RUSSOTTO 

Stando alle prime indiscrezioni arrivate dal Ris di Messina, le tracce ritrovate in casa di Filippo non apparterrebbero a Gessica. Il suo ex compagno ha sempre detto di non avere nulla a che fare con la sua scomparsa. 


Leggi altri articoli di Persone Scomparse

Commenta l'articolo


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Riscontrata interferenza con Ad Blocker

Il tuo Ad Blocker sta interferendo con il corretto funzionamento di questo sito. Non abilitare Ad Blocker sulle pagine di questo sito oppure disabilitalo temporaneamente.

Ti ricordiamo che il lavoro dei redattori del sito viene pagato grazie alle pubblicità. Sul nostro sito puoi informarti in modo gratuito senza pagare abbonamenti ma devi disabilitare Ad Blocker per rispettare il nostro lavoro. Metti in pausa Ad Blocker per continuare la navigazione sul nostro sito e per continuare a leggere GRATIS le news. Disabilita le impostazioni e aggiorna la pagina.

Grazie per il supporto, buona lettura!

Close