Conferenza stampa del Premier Conte oggi pomeriggio: “La mia posizione sul Mes non è cambiata”

Da ore ormai si parla di quello che sarebbe successo nelle riunioni che si sono tenute in questi ultimi giorni, in particolare durante gli incontri di ieri. Il dibattito sulle condizioni che l’Italia avrebbe accettato o non accettato si è aperto ma la confusione è tanta. Anche per questo motivo il Premier Conte ha deciso che questo pomeriggio terrà una conferenza stampa per rispondere a tutte le domande ma anche per chiarire la sua posizione sugli ultimi sviluppi.

Le polemiche, in merito alle decisioni dell’Italia sul Mes, sono iniziate già nella tarda serata di ieri, dopo che erano arrivate le notizie sul possibile accordo firmato dal nostro Governo.

L’Eurogruppo, infatti, ieri, ha raggiunto un accordo sul Mes (per le spese sanitarie senza condizioni), sulla Bei e sul meccanismo anti-disoccupazione. Secondo quelle che sono le prime notizie, circa l’accordo, nel testo di conclusioni, che ora passa ai leader, non c’è menzione di Eurobond bensi di un Recovery Fund ancora da definire. La riunione è durata meno di 45 minuti e si è conclusa “con l’applauso dei ministri”, ha fatto sapere il portavoce del presidente Centeno. Queste informazioni hanno creato una enorme polemica in Italia.

Il piano ha un valore complessivo da mille miliardi di euro, ha spiegato il ministro delle Finanze francese, Bruno Le Maire, basato su quattro pilastri: 240 miliardi del Mes, i prestiti Bei per le imprese per 200 miliardi e il meccanismo per finanziare le Cig per 100 miliardi. Infine il piano per la ripresa che avrà un valore indicativo di circa 500 miliardi. 

GUALTIERI E CONTE RISPONDONO ALLE POLEMICHE DOPO L’EUROGRUPPO

E il ministro Gualtieri, in merito alle polemiche scatenate soprattutto dai capi di opposizione a questo governo, ha chiarito:  “sono accuse grottesche. Forse Salvini Meloni ignorano che il Mes già esiste e che ci sono le condizionalità, cioè il controllo della troika. L’Eurogruppo ha proposto, e non deciso, che il Mes possa offrire, oltre al meccanismo che la troika, anche uno strumento incondizionato dal quale i Paesi che lo vorranno, non l’Italia, potranno prendere dei soldi senza condizione. L’Italia e il premier Conte hanno detto e ripetuto che il Mes non è adatto affrontare la crisi”.

Nella giornata di ieri era prevista una conferenza stampa del Premier, intorno alle 20,20 che poi però è stata rimandata. Pochi minuti fa via social, Conte ha annunciato che parlerà oggi, intorno alle 14.

Ho una sola parola” ha scritto Conte sui social. “La mia posizione sul Mes non è mai cambiata e mai cambierà” ha detto il Premier annunciando la conferenza stampa durante la quale parlerà probabilmente anche delle nuove date per le misure di restrizione che dovrebbero durare, almeno fino al 3 maggio 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.