Beppe Sala di nuovo sindaco di Milano: “Risultato storico”

Non ha aspettato, ha deciso di parlare ancora prima che in modo ufficiale venga comunicata la sua rielezione. Beppe Sala parla ai milanesi, a tutte le persone che lo hanno votato ma non solo. Saluta tutti e ringrazia e conferma che c’è stata tanta astensione in questa tornata elettorale ma spiega anche che, stando a quello che sono i primi dati, si pensa che alla sua lista siano arrivati almeno 40 mila voti in più rispetto a 5 anni fa. Questo significa che i milanesi hanno scelto di votarlo e lo hanno fatto andando alle urne per esprimere la loro preferenza. C’è tanto lavoro da fare, e bisogna pensare a quello che sarà il futuro di una città. Il futuro di una città a vocazione europea, come di certo vogliono tutte le persone che hanno rivotato la lista del sindaco che non si sottrae e parla di quello che sarà. Grandi impegni per tutta la sua giunta: “La prima cosa sarà uscire dalla pandemia” ha spiegato il sindaco di Milano Beppe Sala. “Credo che quello che sta maturando a Milano è qualcosa di importante, un evento quasi storico” ha poi continuando Sala ricordando che era dal 1993 che un sindaco del centro sinistra non passava al primo turno le elezioni.

E poi sottolinea come i milanesi ancora una volta guardano alla concretezza e si preparano a tutto quello che dovrà arrivare in futuro, incluso tutto il lavoro che si dovrà fare in preparazione alle Olimpiadi. Poi anche una frecciata a chi fino a qualche giorno fa lo dava per sconfitto, ribadendo che di lui dicevano che avrebbe perso a mani basse e che invece a quanto pare, sta per passare il turno con oltre il 55 % dei voti. Parole anche per i candidati avversari: “Ho quasi l’impressione che siano stati già scaricati, e non dovrebbe essere così visto che sono stati scelti, anche con diversi ripensamenti” ha detto Sala.

Beppe sala rieletto sindaco di Milano

Stando alle ultime proiezioni, il nuovo sindaco di Milano dovrebbe passare il turno con oltre il 51 % dei voti ( la forbice è tra il 51 e il 55 %). Il candido del centro destra Bernardo, dovrebbe attestarsi tra il 30 e il 32 %.

Il commento di Matteo Salvini

 “Sono contento di essere il primo a commentare i risultati perché sono abituato a metterci la faccia. Sull’affluenza, la maggior parte delle persone non ha ritenuto utile andare a votare per cui è necessaria un’autocritica per tutti noi, per essere più presenti nella vita reale“, ha affermato Matteo Salvini al Tg1, aggiungendo poi che “in alcune città il centrodestra ha scelto troppo tardi l’alternativa alla sinistra” e, per le città in cui si vota nel 2022, tra cui Genova, Palermo, Lecce e Monza, occorrerà “scegliere presto e insieme il candidato sindaco“, possibilmente “entro il mese di novembre”.

Detto questo, abbiamo comunque scelto i candidati migliori. Da me non arriverà mai nessuna parola critica su Bernardo e gli altri candidati che abbiamo scelto“, ha concluso Salvini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.